Allianz Geas: primo ko in campionato nella sfida casalinga con la forte San Martino (65-73)

Ritmi alti da entrambe le parti: incontro in completo equilibrio fino ala terzo quarto, prima del piccolo allungo della Fila. Zanotti: “Migliorare per riuscire ad essere più solide e per non subire troppi break”.

 

SESTO SAN GIOVANNI, 20 ottobre 2019

Partita accesissima e molto combattuta quella tra l’Allianz Geas e la Fila San Martino andata in scena al PalaNat: tra il terzo e il quarto periodo le lombarde cedono alla forza e alla profondità delle venete, più aggressive e concrete nelle frazioni finali. Nei primi due quarti i valori in campo si equivalgono, con il Geas che riesce sempre a rispondere ai mini-parziali scavati dalle Lupe; all’inizio della ripresa Sesto tocca il massimo +4, ma San Martino riesce a tornare in vantaggio e ad allungare poi nella frazione finale. È la prima sconfitta in campionato delle ragazze di coach Zanotti, che si fermano a 4 punti, mentre le ragazze di coach Abignente rimangono in testa alla classifica (con la Reyer e Ragusa, che ha espugnato il PalaRomare di Schio ribaltando il risultato della finale di Supercoppa italiana) con 6 punti.

 

Nei primi 5’ dalla palla a due le ospiti concretizzano buone occasioni sia da 3 che da 2 e arrivano a +7, prima che la timida risposta iniziale del Geas si rinvigorisca prima con un 4-0 in 45’’ siglato da Brunner e Panzera e poi con un 5-2 firmato dalle stesse e da Brooque Williams. Rientrate in campo, le geassine vengono spinte dalla tripla di capitan Arturi sul +3, ma il 5-0 di Sulciute e poi le due triple consecutive di Tonello riportano le venete sopra di 4 lunghezze: prima dell’intervallo, i buoni colpi di Verona, Zampieri e Crudo da un lato e di Pasa dall’altro riportano il risultato in parità (29-29).

 

La ripresa si apre nel segno della play Verona, che conduce le sue a +4 con un bel tiro “arcobaleno” da centro area e con una fulminea penetrazione, ma le pericolose Bjorklund e Ostarello rispondono a tono riuscendo anche a risalire a +2. I minuti centrali del terzo periodo scorrono in equilibrio: il ritmo di gioco è mantenuto altissimi da entrambe le squadre, molto aggressive e fisiche nelle metà campo difensive e concrete dall’altra parte (arrivano canestri importanti di Oroszova, Brunner e Williams per l’Allianz e di Fietta, Filippi e Sulciute per la Fila). Negli ultimi 2’ del periodo San Martino, meno contratta dopo i minuti ad alta intensità trascorsi, riesce a scavare un importante 8-2 in 1’25’’ con 5 punti di Bjorklund e 3 di Toffolo (51-46 per le venete). Ad inizio quarto quarto, con Pasa e poco dopo con Toffolo le ospiti riescono ad andare a +7, prima del 5-0 in 25’’ targato Bjorklund che vale il + 10 (40’’ dopo ritoccato al massimo vantaggio di 11 punti con Sulciute). Allora, la classe 2002 Panzera si carica in spalla le compagne e con un personale 4-0 riduce lo svantaggio a 7 punti, ma la reazione non trova continuazione. Negli ultimi 4’ infatti a nulla servono le buone realizzazioni di Arturi, Brunner, Panzera e Oroszova, poiché dall’altra parte segnano con classe e continuità Ostarello, Bjorklund, Filippi, Sulciute e Fietta mantenendo la distanza (finale 73-65 per la Fila).

 

L’equilibrio dell’incontro è testimoniato anche da alcune cifre della partita: il Geas tira con il 51% da due (San Martino 56%), ma sbaglia qualcosa di troppo dalla lunga distanza (27%), mentre le venete, in linea con la predisposizione al gioco dal perimetro mostrata anche nelle prime due gare di campionato, tirano con un eccellente 47% (9/19). A gioco fermo Sesto va a segno con il 60%, contro il 67% delle ospiti. Le ragazze di coach Abignente accumulano 19 palloni persi (con solo 5 recuperati), ma compensano bene con la precisione al tiro; le rossonere perdono 14 palle e ne rubano altrettante, confermando l’atteggiamento reattivo sulla difesa lontana dalla palla (si conferma ancora specialista degli steals la scattante Ilaria Panzera con 4). Rispetto agli 8 di Sesto, la Fila segna un maggior numero di canestri su assist (18). Tra le ragazze di coach Zanotti, finisce in doppia cifra di punti Brooque Williams (17 punti, con 6/8 da due, 5/7 ai liberi, ma 0/5 dall’arco, 5 rimbalzi e 3 recuperate), capace di controllare psicologicamente e tecnicamente alcuni tratti della gara soprattutto nelle prime tre frazioni. Chiude in doppia cifra anche Sophie Brunner (12 punti con 6/9 da due, 9 rimbalzi e 2 rubate), davvero solida a rimbalzo (anche in attacco) e in grado di segnare canestri dall’alto coefficiente di difficoltà. Per il Geas, buone prove anche da parte di Crudo (8 punti) e di Panzera (7). Tra le ragazze di coach Abignente, la top scorer è la fuoriclasse Angela Bjorklund (19 punti, con 4/8 da due, 3/5 da tre, 5 rimbalzi e 3 assist); ottime prestazioni arrivano anche da Samantha Ostarello (13 punti, 8 rimbalzi e 2 assist) e da Elena Fietta (12 punti con 4/4 dal campo e 4/6 dalla lunetta, 2 rimbalzi e 3 assist); sfiora la doppia doppia la lituana Egle Sulciute (9 punti e 9 rimbalzi).

 

A questo link il tabellino completo della partita.

 

Ecco i risultati degli altri incontri della terza giornata di campionato: Bologna – Vigarano 73-65; Costa Masnaga – Lucca 73-97; Palermo – Torino 77-70; Venezia – Empoli 89-70; Battipaglia – Broni 57-66; Schio – Ragusa 52-70.

 

L’Allianz Geas rimane dunque a 4 punti, al pari di Lucca, Broni e Schio. Domenica prossima alle ore 18 Sesto affronterà la trasferta di Ragusa, già incontrata due settimane fa nella semifinale di Supercoppa italiana.

 

COACH ZANOTTI – “Questa sera sicuramente non abbiamo difeso male: a fare la differenza sono stati i due o tre back-door che abbiamo subìto nel primo tempo e qualche penetrazione facile concessa negli ultimi due quarti. San Martino è una squadra molto solida e noi dobbiamo lavorare ancora per riuscire ad esserlo. Dobbiamo riuscire a non prendere troppi break: ora bisogna rimboccarsi le maniche e lavorare per migliorare”.

 

Fabiano Scarani – Ufficio stampa ALLIANZ GEAS

Leave a Reply

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Cliccando su Accetto acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi