GEAS, BUONA DIFESA: VICENZA K.O.

Sesto tiene Brcaninovic ai minimi: ora testa alla fase finale del campionato. Zanotti: “Brava Zagni. Attacco un po’ confusionario ma questo è lo spirito su cui insistere”.

 

SESTO SAN GIOVANNI, 24 marzo 2018

Il Geas si impone su Vicenza e rimane in vetta alla classifica con 42 punti, al pari di Costa Masnaga, vincente contro Pordenone. Rossonere sempre avanti con un piccolo scarto, fino al quarto periodo, quando Sesto dilaga e in 3’40’’ produce un 12-2, che cancella le speranze di rimonta delle avversarie. A fine primo quarto, il Geas conduce di 2: si passa poi dal +8 di metà seconda frazione (sulla tripla di Gambarini), al +4 dell’intervallo. Nella ripresa, le vicentine provano ad accorciare e arrivano fino a -2, ma Sesto concretizza un buon numero di occasioni e chiude il terzo periodo sopra di 8. Le sestesi allungano progressivamente nel quarto quarto, chiudendo sul massimo +17.

 

Buona prova difensiva del Geas, che, oltre a limitare la prima marcatrice del girone Brcaninovic (8 punti, secondo punteggio più basso in stagione), gioca in anticipo sulle ricezioni e sporca un gran numero di palloni, anche sul tiro (4 stoppate di squadra). L’attacco contro la difesa schierata invece non gira al massimo: 40% da due e 36% dall’arco e diverse azioni protratte lungo i 24’’ e portate a termine con affanno e senza trovare le giuste spaziature. Più fruttuoso il contropiede, con diversi lanci lunghi da campo a campo (18 assist totali: Arturi 6 e Gambarini 5) ed efficaci tagli in mezzo all’area. Scontro equilibrato a rimbalzo: 39 di Sesto, di cui 6 in attacco e 36 di Vicenza, con 7 offensivi. Solidissima Cecilia Zagni, 12 punti (3/5 da due, 3/3 ai liberi), 3 rimbalzi, 1 stoppata, 1 recuperata e 13 di valutazione, oltre ad una strenua tenuta difensiva sulle lunghe che va ben oltre i numeri. Bene Elisa Ercoli, con 14 punti, 8 rimbalzi e 14 di valutazione. Concreta in fase realizzativa e sicura nella gestione dei possessi Francesca Gambarini, con 11 punti, 3 rimbalzi, 5 assist, 2 rubate e 12 di valutazione. Veronica Schieppati termina con 8 punti, 10 rimbalzi e 17 di valutazione. Mancano 6 partite alla fine della regular season: il Geas affronterà Pordenone mercoledì 4 aprile alle 19 (partita inizialmente prevista lunedì 2), poi in successione San Martino, Bolzano, Alpo Villafranca, Selargius e Costa. Al termine del campionato, la prima classificata sarà automaticamente promossa in A1, mentre le squadre dalla seconda alla nona si sfideranno ai playoff in scontri diretti: la vincitrice dovrà poi sfidare la uscente dalla massima serie, in una partita secca in casa della contendente di A2.

 

Basse percentuali al tiro per Vicenza (38% da due, 7% da tre, 64% a gioco fermo), dipendente dalla modesta prestazione complessiva della punta di diamante Brcaninovic (8 punti, con 2/9 da due e 0/4 da tre e 11 rimbalzi), apparsa abulica e spesso fuori dal gioco. Migliore delle sue e unica in doppia cifra di punti (11), Valentina Stoppa, che aggiunge 4 rimbalzi, 2 recuperate e 8 di valutazione.

 

A questo link il tabellino completo della partita.

 

Qui si può rivedere la gara.

 

COACH ZANOTTI – “Mi riecheggiava nelle orecchie ‘Non c’è il due senza il tre’: avendo perso due partite in casa, speravo non ci sarebbe stata la terza: finalmente abbiamo fatto una buona prestazione dal punto di vista difensivo. Sommando andata e ritorno, contro di noi Brcaninovic ha realizzato il minor numero di punti possibili. Il match è stato vinto in difesa: in attacco, siamo ancora confusionarie, ma ciò dipende dal singolo incontro: ci sono partite nelle quali la marcia offensiva non ingrana, e altre in cui tutto ci riesce con maggior facilità. Non mi piace mai citare nomi singoli, ma sicuramente Zagni ha fatto un’ottima partita. È stata decisiva sia in difesa, dove si è alternata con Schieppati in marcatura su Brcaninovic, sia in attacco, dove ha messo a segno canestri fondamentali. Sono contenta per Cecilia, il nostro acquisto di quest’anno: è una ragazza d’oro e che non molla mai. Buona prestazione anche da parte di Gambarini. Fortunatamente la pallacanestro è fatta di partite combattute come quella di stasera: se ci dovesse capitare di giocare punto a punto uno scontro per la promozione, dovremo affrontarlo con questo spirito”.

 

COACH CHIMENTI – “È difficile giocare su questo campo: il Geas è una squadra ben organizzata, con atlete che giocano insieme da anni. Siamo state in partita finché abbiamo potuto, poi è prevalsa la qualità tecnica di alcune giocatrici avversarie e noi abbiamo perso fiducia. Il risultato finale (+17) non è lo specchio dello scontro: le mie ragazze hanno fatto una buona partita. Non è con il Geas che dobbiamo vincere: contro altre squadre, dovremo comportarci come abbiamo fatto questa sera. Il nostro gruppo dipende molto dall’apporto offensivo di Brcaninovic: la difesa di Sesto, come all’andata, è stata molto tosta ed è riuscita nell’intento di limitarla. Affronteremo le sei partite mancanti nel migliore dei modi: dopo la gara contro Crema, avremo l’importantissimo scontro con Cagliari, che ci permetterebbe di accedere direttamente ai playoff. Viviamo un match alla volta: in post-season, dato che è prevista la formula degli scontri diretti, le gare saranno tutte aperte”.

 

CRONACA – Ferri segna i primi 2 punti dell’incontro. Arturi serve Zagni in angolo per il piazzato, che va a segno. Ercoli appoggia al vetro con la mano sinistra, su assist di Arturi. Stoppa conclude in jumper; “Ellison” è precisa da sotto. Zagni stoppa il tiro di Zanetti; Galbiati penetra in mezzo all’area avversaria e appoggia in sottomano mancino. A 3’15’’ dalla sirena, Panzera fa 2/2 dalla lunetta; Vicenza torna a contatto (10-10) con un canestro di Zanetti e uno di Mingardo. Il pick and roll tra Panzera ed Ercoli è efficace. Gambarini ruba palla e subisce fallo antisportivo: 2/2. A 5’’ dalla fine del quarto, Monaco riporta le sue a -2.

 

Schieppati non sbaglia dalla sua mattonella in angolo, su assistenza di Gamba. Virginia scippa l’avversaria e lancia per Veronica a tutto campo: 2 facili. A 6’30’’ dall’intervallo, Gambarini centra il bersaglio dai 6,75, per il +8; è ancora Gamba ad appoggiare da sotto, servita da Ercoli. Santarelli segna una tripla; Galbiati anticipa un passaggio orizzontale delle venete e vola in solitaria a canestro. Stoppa fa 2; Cecilia prende la mira dall’angolo e segna 3 (assist Arturi); con 1’35’’ da giocare, Stoppa segna per il -4.

 

Zanetti colpisce dal centro dell’area; Virginia infila la bomba; Schieppati respinge il tiro di Brcaninovic. Ferri fa 1/2 ai liberi; Brcaninovic 2/2. Gamba mostra tutto il suo talento chiudendo un’azione sui 24’’ con un jumper acrobatico dal palleggio. Zagni appoggia al vetro 2 e subisce anche il fallo: 1/1. Veronica sigla il 38-31, con 1’40’’ di gioco. Mingardo replica da due ma Zagni non sbaglia a gioco fermo. Destro appoggia per il -5, poi Gamba pesca Arturi a rimorchio sull’arco: gran tripla che a quel punto spacca la partita.

 

Cecilia infila il jumper a fil di sirena, su passaggio di Schieppati; Santarelli firma il 45-38. Il Geas colpisce Vicenza con una spallata di 12-2 in meno di 4’: Gambarini taglia al centro dell’area e va a segno in sottomano; sempre lei trova Ercoli libera da sotto, per i 2 facili; Veronica fa centro dal gomito dell’area; “Ellison” di destro timbra il +15; Stoppa fa 2/2; 4 punti di Ercoli chiudono l’incontro, prima su assist di Arturi, poi di Galbiati.

 

Fabiano Scarani – Ufficio stampa GEAS

Leave a Reply

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Cliccando su Accetto acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi