IL GEAS RIPARTE CONTRO CASTELNUOVO: SFIDA DI ALTO LIVELLO

Sabato al PalaNat, la capolista contro le pericolose piemontesi. Impegno successivo: la coppa Italia ad Alessandria (23-25 febbraio). Zanotti: “Sarà una partita diversissima da quella di andata”.

 

SESTO SAN GIOVANNI, 15 febbraio 2018

Sabato alle 20.30 al PalaNat il Geas affronterà Castelnuovo, nella quinta giornata del girone di ritorno. Sesto ha alle spalle un weekend di riposo, dato il rinvio della trasferta di Marghera al 28 febbraio a causa dell’impegno di Elisa Ercoli e Cinzia Zanotti con la nazionale A, alle prese con le qualificazioni ad EuroBasket Women 2019. Le azzurre hanno sconfitto la Svezia (precedentemente imbattuta nel girone) a Boras (69-47) e la Macedonia a Pavia (93-33). Al PalaRavizza, le migliori marcatrici sono state il prodotto del vivaio sestese Zandalasini (21 punti) e Sottana (20 punti), mentre ha avuto modo di scendere in campo anche Ercoli, alla sua quarta apparizione con la nazionale senior. Per “Ellison” 0/4 al tiro, 6 rimbalzi (di cui 2 in attacco) e una palla recuperata in 11’. L’Italia sale così al primo posto del girone con tre vittorie ed una sconfitta, a pari punti con la Svezia (vincente poi con la Croazia 63-55). Le uniche già qualificate sono le ospitanti Serbia e Lettonia: rimangono 14 posti, 8 per le prime dei gironi e 6 per le migliori seconde. I prossimi ed ultimi due appuntamenti per la qualificazione saranno a novembre, in Croazia e in casa contro la Svezia.

 

Ecco il commento di Virginia Galbiati, presente al PalaRavizza, sulla gara delle azzurre: “Il solco tra le due squadre si è allargato lungo il corso della partita, soprattutto dal punto di vista fisico e dell’intensità. Ciononostante, sono emersi elementi assolutamente positivi: in fase offensiva, spiccano Zandalasini e Sottana, le due punte di diamante della formazione di coach Crespi, ma si è visto anche un gioco piuttosto corale: tutte le ragazze si cercavano tra loro, e si è percepita una bella atmosfera all’interno del gruppo. ‘Ellison’ ha mostrato buone cose in campo: si è mossa bene e ha cercato con convinzione la palla dentro il pitturato. Ha operato efficaci chiusure difensive e ha fatto valere il suo fisico contro le lunghe avversarie”.

 

E sempre a Pavia, Bea Barberis è stata impegnata dal 12 al 14 febbraio con il raduno della nazionale 3vs3, in preparazione al mondiale che si terrà a giugno nelle Filippine. Ha commentato così la sua esperienza: “È sempre un piacere e un onore vestire la maglia della nazionale. Le sessioni di allenamento del raduno sono state molto stimolanti: giocare 3vs3 è estremamente divertente. Si differenzia per parecchi aspetti dalla pallacanestro, ma in entrambe le discipline un’alta aggressività e una costante attenzione fanno la differenza ad alti livelli”.

 

A questo link il comunicato della Federazione sulla partita contro la Macedonia.

 

Tra due weekend (23-25 febbraio), la capolista Geas prenderà parte alle final eight di coppa Italia di Alessandria: venerdì 23 alle 14.30 sfiderà la Progresso Bologna; chi avrà la meglio incontrerà la vincente tra San Giovanni Valdarno e Alpo Villafranca sabato 24, mentre la finale è in programma per domenica 25 alle 17 e sarà trasmessa anche in diretta su Sportitalia.

 

Castelnuovo (13 vittorie e 6 sconfitte) occupa la quarta posizione assieme a Crema e al Sanga e detiene il terzo miglior attacco del girone Nord (1184 punti segnati). Le piemontesi sono tra le più in forma del girone: 8 vittorie nelle ultime 10 uscite (sconfitte contro la seconda in classifica Costa e l’insidiosa Marghera). Le migliori tra le ragazze di coach Pozzi: l’ala/pivot slovena classe ’88 Ljubenovic, con 12,6 punti e 6,7 rimbalzi, la play/guardia del ’91 Madonna, con 13,6 punti (quarta marcatrice del girone) e 3,4 assist – che nella stagione in A1 con Sesto (2015,2016) viaggiava a 6,1 punti col 48% da due –, la pivot congolese nata nel 1998 Katshitshi, con 11,4 punti e 6,4 rimbalzi e la guardia/ala (ex giovanili Geas) del ’96 Colli con 7,6 punti.

 

COACH ZANOTTI – “L’esperienza con la nazionale è stata molto positiva: le ragazze hanno lavorato egregiamente e l’impegno profuso questa volta ha dato i suoi frutti. La concentrazione era massima anche a novembre, ma il doppio successo di questi giorni ci ha resi ancor più soddisfatti. Ora è necessario tornare con la testa al campionato: dobbiamo recuperare velocemente da questa settimana di rilassamento e focalizzarci di nuovo sui nostri obiettivi. Castelnuovo ha ottenuto risultati ben al di sotto delle sue possibilità: è una squadra super competitiva, con molti terminali pericolosi. All’andata ci siamo presentate con il roster più che ridimensionato, ma loro erano prive di Corradini e Katshitshi non era al 100%: sarà uno scontro totalmente differente in cui saranno richiesti livelli massimi di intensità ed attenzione”.

 

“Con il recupero della play Corradini – dichiara Paolo Fassina, vice del Geas –, Madonna è stata liberata dal ruolo di regia: questa modifica tattica ha permesso alla guardia di trovare un maggior numero di tiri aperti. È una squadra con molta fisicità sotto canestro, possono inoltre giocare diversi tipi di difese. Hanno la capacità di colpire sia da dentro l’area sia dal perimetro: sono anche abili a sviluppare rapide transizioni dalle palle perse o dagli errori delle avversarie. In questa stagione hanno vissuto alti e bassi, ma la loro formazione è di indiscussa qualità, una delle migliori del girone. La chiave di volta per provare a far nostra la gara sarà il grande impegno difensivo: dovremo concentrarci in particolare sulle loro principali realizzatrici”.

Fabiano Scarani – Ufficio stampa GEAS

Leave a Reply

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Cliccando su Accetto acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi