UN GEAS A STRAPPI PASSA A SAN MARTINO

Barberis e Arturi le più efficaci contro le giovani e orgogliose rivali. Zanotti: “Gli infortuni ci impediscono un lavoro adeguato, dobbiamo riprendere la strada”

SAN MARTINO DI LUPARI, 9 dicembre 2017

Il Geas mantiene la leadership nel girone con la vittoria contro Fanola San Martino, ottenuta dopo una partita dal risultato mai in discussione ma con troppi alti e bassi, anche indotti dalla buona prestazione delle giovanissime e orgogliose avversarie. Dopo lo strappo nel primo quarto (+12), il Geas nella seconda e nella terza frazione perde lucidità e concede il riavvicinamento delle padrone di casa fino al -6 (con 2’ da giocare nel terzo tempino). La risposta arriva immediatamente tramite le giocate di capitan Giulia Arturi, provvidenziale con due triple consecutive e l”assist a Barberis, che chiudono i conti e rilanciano Sesto per la volata definitiva fino al +17 finale.

Indisponibili Galbiati e Zagni (risentimento muscolare per quest”ultima), le geassine sono state guidate da una granitica Bea Barberis (26 punti, 12 rimbalzi, di cui 5 in attacco, con 10/14 da due e 31 di valutazione), che in stagione viaggia a 18,3 ppg, 6,3 rpg e 19,5 di valutazione media, e da una tanto glaciale quanto indispensabile Giulia Arturi che mette a referto 16 punti (con quattro realizzazioni da dietro l’arco), 7 rimbalzi, 6 assist e 18 di valutazione. Sicura gestione di gara da parte di Francesca Gambarini, brillante in molti frangenti, che conclude con 7 punti (3/4 da due), 5 assist e 13 di valutazione. Partita di personalità per le padovane, in formazione di giovanissime, che sulla carta aveva poco da dire contro la prima in classifica, anche per l”assenza di Jasmine Keys, tenuta a riposo per l”impegno del giorno dopo in A1. Migliore tra le ragazze di coach Enrico Valentini, gruppo affiliato alla squadra che milita nella A1, Beatrice Baldi, ala grande/pivot del 2000, con 19 punti, 7 rimbalzi e 23 di valutazione.

Il Geas resta imbattuto dopo undici gare, con 4 punti di vantaggio su Costa e Alpo, ancora da affrontare negli scontri diretti, ed entrambe vincenti in questa giornata. San Martino rimane sull’ultimo gradino, con una sola gara vinta.

A questo link il tabellino completo della partita:  STATISTICHE INCONTRO

COACH ZANOTTI – “Dopo i 24 punti segnati nel primo quarto, il livello del nostro gioco si è abbassato: l’attacco per due periodi interi è stato farraginoso e lento. Oltre che in fase offensiva – che è sicuramente da rivedere – anche la difesa è stata carente: del resto, la nostra condizione generale non è positiva. Gli infortuni ci tormentano ancora: per questo non ci stiamo allenando adeguatamente. Dobbiamo riprendere a lavorare con determinazione e continuità, per migliorare gli aspetti più deboli del nostro gioco. Stasera non siamo riuscite ad allungare sulle avversarie, che hanno anzi continuato a ridurre le distanze. La nostra scarsa lucidità difensiva ha pesato; la fatica con cui abbiamo realizzato in fase offensiva ha fatto il resto. Importantissime per noi Barberis e Arturi, che si sono caricate di maggiori responsabilità: Bea non si è fatta intimorire dalle “mani addosso” e ha risposto sfruttando bene il suo fisico e segnando molto durante tutta la gara, Giulia ci ha dato sicurezza in campo ed è stata fondamentale con le sue due triple nel momento cruciale”.

CRONACA – La prima ad iscriversi alla gara è capitan Arturi con una tripla, seguita da Schieppati che segna un piazzato per il 5-0 Geas. Ciò che segue della prima metà del primo quarto è un quadro dipinto dalle sestesi che, con tre canestri di Barberis, due di Gambarini e uno di Arturi, si portano in meno di 5’ sul 17-5. Le rossonere segnano con fluidità e Gambarini pesca Ercoli sotto canestro per il facile appoggio, poi Barberis serve Gambarini per il jumper dalla media. Con il tap-in più tiro libero trasformato da Decortes, le ragazze di coach Zanotti si portano fin sul +14, per tornare alla fine della frazione sul +12.

In questa fase funziona il lavoro collettivo Geas: assist di Arturi per il tiro in sospensione di Decortes e poi ancora per l’appoggio di Panzera (che ha recuperato in extremis dall’infortunio alla caviglia di sabato scorso). Nel secondo tempino il punteggio è equilibrato: per le padrone di casa è notevole la vena realizzativa di Baldi, mentre per le ospiti è la solita Barberis (7 punti in meno di 4’) a dettare i ritmi per le sue.

Come era stata la prima a segnare nel primo quarto, così Arturi è la prima a farlo nel terzo, dopo una penetrazione nel traffico. La difesa Geas concede ora qualcosa di troppo, soprattutto sugli scarichi: se per 3’30’’ nella ripresa San Martino non era andato a segno, i ruoli ora si invertono: per 5’30’’ sono le rossonere a non trovare il canestro, è 9-0 per le padrone di casa che toccano il minimo svantaggio di 6 punti. Arturi risponde con freddezza con due triple dall’elevato peso specifico e lanciando Barberis in uno contro zero: parziale decisivo di 8-0.

Da qui Sesto ha la possibilità di riallungare. Gambarini prima vede Arturi libera consentendole il quarto centro dall”arco, poi premia Barberis, che realizza da tre punti per il +15. A 3’23’’ dalla fine Schieppati segna il suo secondo canestro, su assistenza di Arturi, Ercoli “mostra i muscoli” con una stoppata e l’azione che segue è conclusa da un elegante jumper di Panzera. L’ultimo pallone della partita finisce nelle mani di Barberis, che con 5’’ sul cronometro infila il suo venticinquesimo e ventiseiesimo punto.

Fabiano Scarani – Ufficio stampa GEAS

Leave a Reply

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Cliccando su Accetto acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi