U18 FINALI: IL GEAS SI FERMA CON BATTIPAGLIA

Le sestesi escono nei quarti di finale: -11 dalle padrone di casa
Lombardi: “Chiudiamo sconfitte ma con atteggiamento da vincenti”

Sesto S.G., 18/5/2017

Minibasket Battipaglia – Geas Sesto “A” 63 – 52
Parziali: 20-19, 20-11, 14-7, 9-15.

Geas: Mariani 12, Oliva 11, Panzera 7, Marconetti 2, Decortes 12, Paleari 3, Bartesaghi 3, Bonadeo, Sartor 2, Bianchi, Spinelli, Rossini. All Lombardi. Vice all. Beretta.

Si ferma ai quarti la corsa del Geas alle finali nazionali Under 18, battuto 63-52 dalle padrone di casa di Battipaglia, vice-campionesse d’Italia nella categoria e grandi favorite per tornare almeno alla gara che assegnerà il Tricolore.

Per la squadra di Nazareno Lombardi resta soprattutto il rammarico della sconfitta con Ancona perché un risultato diverso avrebbe garantito un avversario più abbordabile nei quarti di finale: San Martino di Lupari, battuta martedì dal Geas ma poi finita davanti per classifica avulsa, grazie appunto al passo falso delle rossonere, ha battuto 52-48 Schio ed è in semifinale. Inevitabile immaginare che le sestesi avrebbero potuto fare lo stesso.

Contro la corazzata campana e il suo gran pubblico, invece, pochi rimpianti: sarebbe servito un miracolo, il Geas ci ha provato fino in fondo, ma non c’è stata una vera occasione di fare l’impresa.

L’avvio di gara è buono per le sestesi che toccano il 4-10 in loro favore con un gioco da tre punti di Decortes e poi tengono la testa avanti fino al canestro di Verona (scatenata, con 21 punti nel solo primo tempo; 24 alla fine) per il 20-19 casalingo al 10′.

Nel secondo periodo Battipaglia prova un primo strappo e arriva a +9 poi, dopo la replica delle biancorosse firmata Panzera e Oliva, arriva la bomba di Vella negli ultimi secondi per il 40-30 con cui si torna negli spogliatoi.

La ripresa si apre con la bomba di Panzera per il -7 ma le padrone di casa rispondono colpo su colpo e, dopo quasi 5 minuti senza canestri, piazzano un break di 7-0 e toccano il +19 (54-35) con una tripla di Chicchisiola.

Nell’ultimo periodo il Geas sprofonda a -20 (59-39) e da lì è impossibile risalire: nel finale i canestri di Mariani, Bartesaghi e Sartor portano il Geas fino a -9 ma la rimonta può solo rendere meno amaro il passivo.

Non bastano i 12 punti di Camilla Mariani e i 12 con 10 rimbalzi di una solida Decortes; 18 punti complessivi ma con basse percentuali al tiro (8 su 30 dal campo, 2 su 12 da tre) per la coppia Oliva-Panzera, le trascinatrici delle prime tre partite. Battipaglia vola in semifinale dove sfiderà Marghera mentre il Geas torna a casa con la consolazione di far parte delle migliori 8 squadre Under 18 d’Italia, ringraziando ancora una volta il Basket Femminile Biassono per la collaborazione che ha portato le due società a schierare due formazioni competitive tra questa categoria e l’Under 20.

Coach Lombardi – “Chiudiamo con una sconfitta queste finali ma con un atteggiamento da vincenti. Le ragazze hanno giocato una partita di pallacanestro vera, cosa che capita raramente. Davanti ad un pubblico pazzesco abbiamo giocato ad armi pari contro una squadra super subendo il parziale decisivo nel terzo quarto ma senza mai mollare e provando fino alla fine la rimonta. Incredibile l’emozione nel sentire tutto il pubblico di casa urlare “Geas! Geas!” a fine partita. Non mi era mai capitato. Le ragazze hanno dato il massimo e sono sicuramente cresciute cestisticamente e umanamente. Un grazie da parte mia a loro, a Luca, a Davide e a Giovanni per l’aiuto e la disponibilità. Grazie alla società per il supporto! Forza Geas!”.

Davide Fumagalli
Ufficio Stampa Geas

Share Now

Related Post

Leave us a reply