Allianz Geas, in una gara molto intensa per il quinto posto al PalaNat passa Empoli

Sesto è avanti nei primi minuti, ma Empoli riesce presto a trovare il vantaggio. Le toscane poi lo mantengono e lo incrementano grazie a una serata “on fire” dall’arco.

SESTO SAN GIOVANNI, 23 dicembre 2020

L’Allianz Geas non riesce a chiudere il 2020 con una vittoria interna: al PalaNat contro una Empoli precisissima al tiro Sesto cade per 66-80. Le rossonere perdono così l’occasione di guadagnare la quinta posizione e scalano in sesta (con 14 punti). Le toscane, che hanno terminato il girone di andata, con 2 punti e una gara disputata in più sull’Allianz, terminano al quinto posto, ormai definitivo per il piazzamento nella griglia di coppa Italia. Invece Sesto, che inizierà la seconda parte di stagione il 3 gennaio 2021 alle 18 al PalaNat contro la capolista imbattuta Reyer Venezia, terminerà il girone di andata col recupero della partita dell’ottava giornata contro Ragusa, in programma al PalaNat il 20 gennaio alle ore 16. Contro la Use Scotti Rosa le lombarde iniziano bene, arrivando presto al massimo +7 spinte da Graves e Gwathmey, ma la reazione delle ospiti non si fa attendere: con un grande parziale Smalls e compagne impattano il risultato e mettono la testa avanti, finendo i primi 10’ a +5. Nel secondo quarto il Geas riesce a recuperare in poco più di 1’, ma le toscane si rivelano troppo precise e comunque combattive in difesa: con molti colpi mortiferi dalla distanza Empoli si riporta avanti e va negli spogliatoi sul +3. Nella ripresa la tenuta delle geassine dura poco più di 1’, prima che le bocche da fuoco ospiti inizino a scavare un pesantissimo break, fino al +12. Dopo essere state sotto di 17 punti, le ragazze di coach Zanotti si fanno forza e arrivano al -9, senza però riuscire a portare avanti l’operazione di recupero. Dall’altra parte Empoli sale fino al massimo +19, per chiudere poi a +14. Gara oltremodo intensa, giocata a ritmi altissimi da entrambe le parti: a far pendere il risultato dalla parte delle ospiti è soprattutto l’incredibile serata al tiro. Di fronte a percentuali nella norma per l’Allianz, le toscane, dalle mani caldissime, tirano in maniera notevole per tutta la durata dell’incontro, sia da due che da dietro l’arco. Ed è proprio dai 6.75 in particolare, infiammando la retina con continue bombe nei momenti in cui le rossonere provano a rientrare, che la Use Scotti Rosa riesce a scappare a distanza considerevole. Buona prova per il reparto lunghe di Sesto, solido ed efficiente nel pitturato per buona parte dell’incontro.

La prima a iscriversi alla gara è Verona, con una tripla, prima di minuti molto equilibrati in cui vanno a segno Mathias e Premasunac da un lato e Gwathmey (4 punti, prima con un piazzato e poi in contropiede) e Graves (con un 4-0 personale in 30’’) dall’altro: il break del Geas è di 6-0 in 1’30’’ e vale il massimo +7. Presto però le padrone di casa subiscono un calo di intensità e le ospiti riescono a recuperare e a ottenere un vantaggio di 4 lunghezze con un parziale di 11-0 in 2’15’’ (con Premasunac, Smalls e 5 punti di Chagas). A interrompere la striscia di Empoli c’è Ercoli, con un 2/2, ma dall’altra parte le risponde Premasunac con la stessa moneta. Nel finale del primo periodo, molto intenso, Ercoli segna un jumper dal gomito dell’area e Ravelli una tripla (+5 per le toscane). L’Allianz approccia nel modo giusto la seconda frazione, macinando un 6-0 rapido in 1’10’’ con Panzera, Oroszova e Gwathmey (+1). Baldelli ritrova la retina per le sue dai 6.75, prima che le rossonere Ercoli (su assist di Panzera) e Gilli, con una bella penetrazione di mancino, producano un altro 4-0 per il ritrovato +2. Smalls e Baldelli seguono però la scia tracciata da Baldelli poco prima e infilano due bombe nel giro di 20’’ (il parziale delle toscane, in 2’30’’ complessivi, è di 9-4 e vale il +4). Nei minuti precedenti la pausa lunga, dal ritmo altissimo per entrambe le squadre, fanno punti Graves e ancora Ercoli (ottima e solida in questi frangenti), entrambe da piazzato, e Panzera, con un arcobaleno; per la squadra di coach Cioni segnano invece Smalls e Chagas, ancora dalla distanza. Il primo tempo finisce sul 31-34; ottima la prova dalla distanza di Empoli, che in poco meno di 15’ tira 7/10 dall’arco.

Nella ripresa, per diversi minuti, le due squadre si scambiano colpi alterni giocando ancora a ritmi altissimi: da una parte trovano il canestro Graves (8 punti in 5’) e Panzera e dall’altra Smalls e Premasunac. Senza mai abbassare l’intensità, Empoli riesce poi, forte di percentuali notevoli soprattutto dalla distanza, a incidere un altro parziale di 9-2 in 2’50’’ sulla partita (+9). Il Geas ritrova confidenza col canestro con Gilli e Gwathmey, entrambe dalla distanza, ma per Empoli non sbagliano Ruffini e Ravelli a gioco fermo e Mathias e Ravelli (da tre) dal campo, per il +12 ospite. La distanza tra le due squadre si allarga ulteriormente all’inizio della quarta frazione: Baldelli è chirurgica dai 6.75 (6 punti in 1’30’’) e Smalls la supporta segnando da due, mentre dall’altra parte il Geas si affida a Graves (gioco da tre punti portato a termine) e a Gwathmey. L’ala rossonera dà il via al tentativo di rientro delle padrone di casa, che con Panzera (4) e Oroszova producono un 8-0 in 2’ che le porta da -17 a -9. È però ancora la ex Costa Baldelli a fermare il break del Geas e a ribattere la carica per le sue. Le ragazze di coach Cioni, di fronte a una Sesto non lucidissima in attacco e non troppo reattiva in difesa, scavano un letale 13-3 in 3’ (oltre a Baldelli, con Premasunac, Smalls e due triple di Chagas) che vale il massimo +19. Nel finale Gilli, Graves e Gwathmey accorciano la distanza a 14 punti.

L’Allianz tira bene da due, col 62% (25/40), e col 70% a gioco fermo, mentre non riesce a ingranare dalla distanza (21%, 3/14); ottime invece le percentuali da tre di Empoli su una base di tante occasioni (51%, 15/29), buone quelle da due (51%) e dalla lunetta (88%, 15/17). Equilibrata la gara a rimbalzo, che finisce 26 pari (8 rimbalzi offensivi per il Geas e 7 per Empoli), e anche il conteggio degli assist di squadra (12 per Sesto e 10 per la Use Scotti Rosa). Tre rossonere in doppia cifra di punti: Bashaara Graves, punto fermo dell’attacco di casa per buona parte dell’incontro grazie a efficienza sotto le plance (19, con 8/8 da due e 6 rimbalzi), Jazmon Gwathmey, molto precisa dal campo (13 punti, 5/7 da due e 1/1 dall’arco, oltre a 7 rimbalzi), e Ilaria Panzera, che continua la striscia di partite sopra i 10 punti dopo le tre precedenti prestazioni da 11, 18 e 11 (stasera 10, con 5/10 da due e 4 assist). Bene anche Elisa Ercoli, preziosa per l’Allianz in alcuni momenti della serata, che finisce con 8 punti (3/4 dal campo e 2/2 ai liberi), 3 rimbalzi e 2 assist. Tra le toscane Baldelli chiude una serata perfetta da 15 punti (4/4 da tre e 3/3 dalla lunetta); mentre la top scorer della serata è la guardia statunitense Smalls, dal grande talento e pericolosissima da diverse posizioni, con 22 punti (4/6 da due, 4/7 da tre, 2/2 ai liberi), 4 rimbalzi, 2 assist e 4 recuperi. Notevoli anche le prestazioni della play Chagas (16 punti, con 4/7 dall’arco e 4/4 a gioco fermo, e 8 rimbalzi) e della lunga croata Premasunac (14 punti, con 3/6 da due, 2/3 da tre e 2/2 ai liberi, 6 rimbalzi e 6 assist). Leggermente sottotono, grazie ai buoni momenti di difesa delle lunghe sestesi, la pivot Usa Mathias.

A questo link il tabellino completo della partita.

COACH ZANOTTI – “Ci tengo ad augurare buone feste a tutti i tifosi Allianz Geas, sperando che il 2021 sia un anno più clemente del 2020. La speranza era anche quella di chiudere in maniera migliore quest’anno, ma Empoli ha disputato una buonissima partita. Abbiamo giocato con un po’ di superficialità e anche la condizione atletica, arrivando da numerosi scontri in un periodo di tempo ristretto, non è stata dalla nostra parte. Questa sera abbiamo subìto l’intensità e l’energia delle nostre avversarie, soprattutto per quanto riguarda l’inerzia nata dai rimbalzi in attacco. In questo periodo di pausa lavoreremo bene e duramente per provare a recuperare”.

COACH CIONI – “Stasera abbiamo disputato una buona gara. Ovviamente non guasta aver tirato così bene da tre, anzi, aiuta molto. Inoltre quei canestri sono arrivati spesso nei momenti in cui il Geas ha provato a recuperare. Se si tira così e contemporaneamente nella metà campo difensiva si tiene bene, poi è più facile ottenere il risultato. Sono soddisfatto di quanto hanno messo in campo le ragazze: non hanno mai avuto cali di ritmo e di intensità. Ora abbiamo qualche giorno per staccare la spina. È un orgoglio aver vinto su questo campo difficile contro una grande squadra che anche oggi ha dimostrato di avere buoni valori sul parquet”.

Fabiano Scarani – Ufficio stampa ALLIANZ GEAS

Leave a Reply

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Cliccando su Accetto acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi