Allianz Geas, vittoria su Broni che vale il posto tra le prime 8 del girone di andata

Gara a senso unico, con le sestesi che incrementano di quarto in quarto il proprio vantaggio. Quattro rossonere in doppia cifra di punti.

BRONI, 20 dicembre 2020

Nel derby lombardo, l’Allianz Geas passa senza problemi sul campo di Broni per 69-36. Coi 2 punti ottenuti Sesto sale a quota 14 e in quinta posizione (anche se al pari di Empoli, avversaria della prossima sfida, e di Costa Masnaga), assicurando anche la propria presenza tra le prime 8 squadre del girone di andata, piazzamento ancora incerto nell’ordine, ma che varrà la convocazione in coppa Italia. Broni rimane invece a 6 punti in decima posizione. È una gara a senso unico quella tra rossonere e pavesi, con le prime che, a forza di rapidi break, prendono sempre più il largo lungo i quattro quarti. Fondamentale l’impegno difensivo delle geassine, che concedono pochissimo alle padrone di casa. Dopo il +13 sestese di fine primo periodo, Broni prova a suonare la carica, ma nei minuti prima della pausa lunga il Geas recupera bene chiudendo a +14. La ripresa è invece una inarrestabile marcia rossonera: con varie buone conclusioni da dentro, da fuori e dalla lunetta le ragazze di coach Zanotti arrivano alla fine del terzo quarto sul +30, per allungare fino al massimo +37 3’ dopo, prima di minuti finali più equilibrati anche se senza nulla in palio. Ben distribuiti i punti dell’Allianz, che finisce con quattro atlete in doppia cifra: Sesto riesce a fare leva sui centimetri in più, sulla buona tenuta fisica e su percentuali migliori; numerosi invece i problemi delle ragazze di coach Fontana, specialmente nella metà campo offensiva, dove sorgono difficoltà in fase di costruzione di tiro.

La prima a iscriversi alla partita è Orazzo, poco prima che Verona segni 4 punti consecutivi prima con un jumper e poi in penetrazione; Parmesani riporta il punteggio in parità, ma le ospiti, con Graves e ancora Verona (altri 5 punti, complessivamente 9 su 11 del Geas in partenza) producono un 7-0 in 1’30’’. Madera prova a fermare la fuga delle sestesi, ma Panzera, Oroszova (4), Graves e ancora Verona mettono insieme un break di 11-1 in 2’15’’ che vale il +15. Madera chiude la prima frazione con un 2/2 ai liberi. Rulli si accende all’inizio del secondo quarto con 5 punti personali. Il parziale di Broni si allunga con Togliani: complessivamente in 3’45’’ tra primo e secondo periodo le padrone di casa scavano un 10-1 che le riporta a -6. Ma nella seconda parte del tempino l’Allianz riprende le forze: prima in 1’ segna 5 punti con Gilli ed Ercoli, poi, dopo un periodo contraddistinto da diversi errori da entrambe le parti e in seguito a una bomba di Orazzo, Gwathmey e Oroszova (due appoggi facili nel giro di 40’’) firmano in 1’15’’ un 6-0 che vale il +14 delle ospiti all’intervallo. Il Geas nei primi 20’ sfrutta, oltre ai tanti (7, contro 3 delle avversarie) rimbalzi offensivi che permettono occasioni aggiuntive e alle numerose palle perse da Broni (12), le più alte percentuali al tiro (38% da due, 42% da tre), nonostante un calo tra primo e secondo quarto, mentre Broni litiga un po’ col canestro (28% da due, 25% dall’arco).

Il buon momento di Sesto continua anche nella ripresa: trovano la retina nei primi minuti Graves, prima in appoggio dopo un rimbalzo offensivo e poi in contropiede, e Oroszova con un 1/2 dalla lunetta. Il break complessivo del Geas è di 11-0 a cavallo tra secondo e terzo quarto in poco più di 3’. Dopo alcuni frangenti con diverse imprecisioni da entrambi i lati, Panzera continua a lavorare bene e a trovare con facilità nel pitturato Oroszova, che dalla lunetta segna 3/4 in qualche azione. Gwathmey va a segno con un jumper dal gomito, ma poco dopo le risponde Orazzo. Sesto continua nella propria progressione e affonda un pesante 11-2 in 3’30’’ (con 8 punti di Gwathmey, a canestro in contropiede e con due bombe, e con una tripla di Verona). A 5’’ dalla fine del periodo Madera fa 1/2 e riduce la distanza a 30 punti. Nonostante il vantaggio consolidato, le rossonere spingono anche all’inizio della frazione finale e con Ercoli e Panzera (prima gioco da tre punti e poi tripla) macinano un 8-1 in 2’40’’ e salgono sul massimo +37. Dall’altra parte Broni non riesce a organizzare giochi efficaci nella metà campo offensiva, mentre in quella difensiva soffre le iniziative delle ragazze di coach Zanotti, soprattutto nell’area. Nel garbage time per le padrone di casa segnano Ianezic, Roma e Capra, per le ospiti Panzera, Ercoli e Gilli. L’incontro finisce 69-36.

Chiave della buona prestazione delle ospiti, in una serata né eccezionale né negativa nella metà campo offensiva, la tenuta e l’aggressività in difesa. L’Allianz tira col 40% da due, 36% dall’arco e 57% ai liberi, riuscendo a ottenere, grazie ai 12 rimbalzi offensivi, ai 16 recuperi e 26 palle perse avversarie, tanti tiri dal campo in più (68 contro 51). Broni registra invece problemi al tiro da varie posizioni: 29% da due, 20% da tre e 50% a gioco fermo. Dispari anche la sfida a rimbalzo, finita 47 a 37 per le ospiti, che distribuiscono inoltre anche 11 assist collettivi. A turno diverse sestesi si accendono, dando mostra di abilità offensiva con bei colpi da dentro e da fuori, spesso nati da situazioni di collaborazione e talvolta da contropiedi. Costanza Verona chiude con 14 punti (2/4 dai 6.75), 3 rimbalzi, 3 assist e 3 steals; Sabina Oroszova, spina nel fianco della difesa pavese, con 12 punti, 8 rimbalzi, 2 assist e 2 recuperi; Jazmon Gwathmey con 12 punti e 8 rimbalzi; Ilaria Panzera con 11 punti (2/4 da tre), 2 assist e 4 rubate. Da segnalare anche i 12 rimbalzi, di cui 4 in attacco, di Elisa Ercoli, che aggiunge alla propria prestazione anche 7 punti. Tra le ragazze di coach Fontana, Sara Madera termina con 8 punti e 6 rimbalzi e Marida Orazzo con 7 punti e 3 rimbalzi.

A questo link il tabellino completo della partita.

Ecco i risultati degli altri scontri della dodicesima giornata di campionato: Bologna – Lucca 86-78; Schio – Costa Masnaga 107-52; Vigarano – Sassari 85-66; Campobasso – Ragusa 56-81; Empoli – San Martino di Lupari 59-58.

COACH ZANOTTI – “Abbiamo ancora solo un’altra partita e poi potremo fare una piccola sosta. Sono contenta di quanto visto stasera: non era così scontato disputare una gara del genere, dal momento che Broni è una squadra che gioca bene. Bene la nostra difesa, mentre in attacco c’è ancora qualcosa da aggiustare. Complessivamente abbiamo fatto una buona prestazione”.

Il prossimo appuntamento dell’Allianz Geas, che chiude gli impegni di questo densissimo mese di dicembre, sarà la sfida con la pari punti Empoli, che ha disputato però una gara in più, mercoledì 23 dicembre alle ore 15 al PalaNat.

Fabiano Scarani – Ufficio stampa ALLIANZ GEAS

Leave a Reply

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Cliccando su Accetto acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi