Allianz Geas, Supercoppa: in semifinale va Ragusa, dopo una sfida intensa

Sesto rimane avanti per 23’ e convince per alcune soluzioni. Siciliane avanti nel finale grazie a diversi parziali a favore. Zanotti: “Gara a sprazzi positiva, ma c’è ancora da lavorare”.

 

SCHIO, 25 settembre 2020

Nella cornice del Palaromare di Schio, l’Allianz Geas cade nel quarto di finale di Supercoppa giocato con la Passalacqua Ragusa, dopo aver ben controllato la gara nei primi 23’ e aver toccato il +8 a metà del secondo quarto. In una partita intensa e dal punteggio relativamente basso, le rossonere dimostrano di disporre di buone soluzioni in fase offensiva e di riuscire a contenere, pur senza totale continuità, le iniziative delle forti avversarie. A giocarsi la semifinale domani con Schio andranno le ragazze di coach Recupido, che, a buon merito, dopo un avvio gestito con confusione riescono ad agganciare e a superare le lombarde, per poi tenerle a distanza alternando colpi di diverse interpreti (70-64 il risultato finale). Nell’altra semifinale si sfideranno invece Venezia e Lucca, passata contro il pronostico iniziale contro San Martino per un solo punto. Il prossimo impegno ufficiale delle rossonere sarà invece la prima di campionato, che avrà luogo al PalaNat domenica 4 ottobre alle 18 contro la Reyer Venezia.

 

Ma nonostante l’esito dello scontro le sestesi hanno mostrato con decisione la volontà di proseguire nel processo di miglioramento messo in atto già nelle partite amichevoli delle scorse settimane, soprattutto per quanto riguarda l’inserimento delle nuove straniere. Senza Panzera, ferma ancora precauzionalmente, coach Zanotti ha potuto contare sulla solidità e sulla capacità di controllare il pitturato di Bashaara Graves, sempre più inserita nei giochi del Geas, e sui colpi di talento puro, oltre che sulla fisicità di Jazmon Gwathmey, che dopo un inizio tiepido ha scosso la partita con classe ed eleganza nel momento utile per il recupero (anche se poi non concretizzato).

 

L’Allianz – che, per l’occasione, sfoggia una elegante divisa speciale verde con il tricolore sul davanti – parte in quarta, con due recuperi di Crudo e Graves e con un profondo parziale di 11-0 scavato in 4’10’’ da Oroszova (5 punti), Gwathmey (4) e Graves (2). Le siciliane si riprendono però presto dal momento di stallo offensivo e con Marshall, Trucco e Santucci rispondono con un 7-0 rapido in 1’30’’. Il Geas torna a +6 con un tiro in sospensione di Graves, ma due bombe di Kuier e Tagliamento riportano il risultato in parità, prima che per le rossonere segni ancora Graves e per le biancoverdi Santucci. Le ragazze di coach Zanotti tornano sul parquet con la giusta convinzione nella seconda frazione e in 2’45’’ producono un 8-2 (con Verona, Crudo ed Ercoli) che vale il +7. Il vantaggio diventa di 8 punti quando, poco dopo, Crudo risponde con una tripla dall’arco a un 2/2 di Romeo. Ma le ragazze di coach Recupido trovano ancora la via per il recupero con Kuier, Santucci e Marshall (7-0 in 2’40’’ e -1). Prima dell’intervallo lungo, da una parte segna Graves da sotto, dopo un rimbalzo offensivo (8 punti e 11 rimbalzi per la statunitense in due quarti), e dall’altra Romeo fa 1/2 (+2 Sesto).

 

Nella ripresa Marshall impatta nuovamente il risultato, prima che con Romeo Ragusa ritrovi il primo vantaggio della gara, vantaggio che arriva a 3 lunghezze poco dopo con Kuier (7-2 Ragusa in 1’30’’). Oroszova segna da tre, ma dall’altra parte Kuier e Marshall vanno entrambe a segno dalla distanza (+6 per le siciliane). Per le rossonere segnano Graves e Ronchi (primo canestro in una competizione ufficiale con la prima squadra per la classe 2003) e nell’altra metà campo la specialista Tagliamento, che arriva con una tripla a quota 10 punti. Nel finale del terzo periodo la capitana sestese Arturi pesca con un bell’assist in mezzo alla difesa avversaria Graves, per il ritrovato -4. Gli ultimi 10’ si aprono ancora nel segno di Marshall, Kuier e Santucci, mentre per le lombarde Graves non sbaglia dalla lunetta (8-2 per Ragusa in 2’20’’). Specularmente però, in altri 2’20’’ l’Allianz Geas risponde per le rime con un 10-3 firmato da Gwathmey, Graves e Crudo e reso possibile anche dalla pressione difensiva applicata a tutto campo. Dopo una partita passata a litigare un po’ con il canestro, quando la sua squadra più ne ha bisogno, sale in cattedra Romeo, che segna 5 punti consecutivi (+8 per le iblee a 3’ dal termine). Negli ultimi frangenti della gara Kuier e Marshall trovano il bersaglio, ma dall’altro lato replicano Gwathmey con 4 punti (un canestro dei due segnato con un elegantissimo movimento fade-away) e Verona dall’arco (-5). A 35’’ dalla sirena Romeo fa 2/2 a gioco fermo; Graves 1/2, ma, poco dopo, la tripla del potenziale rientro di Sara Crudo non va a segno. A giochi ormai conclusi Marshall segna altri due liberi arrivando a 20 punti e Graves mette un appoggio per il definitivo 64-70.

 

Sesto chiude con buone percentuali dal campo (46% da due e 40% dai 6.75), mentre fatica di più dalla lunetta (6/10); Ragusa va a segno col 35% da due, 44% da tre e 64% a gioco fermo, ma riesce a ben sfruttare le seconde occasioni nate dai tanti, 11, rimbalzi offensivi (3 della sola Kuier, che con le sue grandi leve riesce a fare la voce grossa in area). Equilibrata la gara a rimbalzo: 38 per l’Allianz e 37 per la Passalacqua. Si sono viste buone azioni collettive da entrambe le parti, con le lombarde che vanno a segno per 19 volte su assistenza diretta e le iblee per 17 volte. Le ragazze di coach Zanotti pagano un po’ le numerose palle perse (18). A livello individuale, buona prova per Graves (doppia doppia da 22+13, con anche 3 assist) e per Gwathmey (14 punti con 2/3 da tre – entrambe le triple segnate nel giro di 2’ nella frazione finale, durante la quale mette a segno complessivamente 10 punti –, 6 rimbalzi e 3 assist). Impatto positivo sulla partita da parte di Crudo, che chiude con 7 punti, 4 rimbalzi, 4 assist e 3 palle rubate; inizio assai concreto per Oroszova, che mette insieme 8 punti e 5 rimbalzi; brillanti alcune conclusioni dalla media distanza di Verona, che termina con 7 punti e 5 assist.

Quattro invece le giocatrici in doppia cifra di Ragusa: Marshall (molto concreta, con 20 punti e 5 rimbalzi), Kuier (a segno con un’ampia gamma di soluzioni e un mix di talento ed eleganza: 14 punti, con 4/8 da due e 2/4 da tre, e 14 rimbalzi), Romeo (13 punti, pur con percentuali molto basse) e Tagliamento (10 punti con 2/3 da due e 2/4 da tre); bene anche il nuovo innesto Santucci (8 punti e 3 assist).

 

A questo link il tabellino completo della partita:

 

https://www.fibalivestats.com/u/LEGBF/1750101/bs.html

 

COACH ZANOTTI – “Abbiamo disputato una gara a tratti positiva: in certi momenti ci sono state intensità e fluidità in attacco e in altri si è visto l’opposto. Ovviamente c’è ancora da fare: abbiamo avuto dei buoni sprazzi di pallacanestro, ma bisogna cercare di lavorare con più continuità. La nota più dolente sono le molte palle perse, derivate dai momenti di scarsa fluidità offensiva; male anche qualche tiro di troppo sbagliato da sotto. In fase difensiva non abbiamo fatto malissimo, ma anche in questo possiamo migliorare, soprattutto sulla tenuta degli 1 contro 1. Ora testa a Venezia e all’inizio del campionato”.

 

Fabiano Scarani – Ufficio stampa ALLIANZ GEAS

Leave a Reply

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Cliccando su Accetto acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi