Anche l’Allianz Geas riprende: venerdì (ore 20) va a Schio contro la prima della classe

All’andata le rossonere, salite anche a +13, avevano ceduto solo negli ultimi tre minuti. Zanotti: “Incontro difficile, ma andiamo per fare la migliore gara possibile, anche in preparazione ai prossimi impegni”.

 

SESTO SAN GIOVANNI, 4 marzo 2020

Nell’ambito di un calendario impazzito per l’effetto-coronavirus e dopo il rinvio delle partite con Costa Masnaga e Broni, l’Allianz Geas torna in campo contro le campioni d’Italia e prime in classifica della Famila al PalaRomare di Schio venerdì 6 marzo alle 20 per l’anticipo della ventitreesima giornata. Lo scontro si giocherà a porte chiuse, come impone l’emergenza sanitaria nazionale, e sarà visibile in chiaro (come tutte le altre partite senza pubblico d’ora in poi) sul canale streaming della Lega Basket Femminile. Gli incontri con Costa e Broni, risalenti alle giornate numero 20 e 21, sono stati rinviati a data da destinarsi: appena sarà possibile aggiorneremo i tifosi rossoneri sui nostri canali media; la partita casalinga con Torino della ventiduesima giornata sarà invece in programma domenica 15 marzo alle 18.

Prima dello stop il Geas, quinto con 24 punti, stava disputando uno straordinario girone di ritorno con 5 successi e un solo k.o. (a San Martino), secondo soltanto a quello di Venezia, peraltro squadra battuta contro i pronostici dall’Allianz al termine del girone di andata. Ottimo finora anche il girone di ritorno delle scledensi, prime in solitaria con 36 punti (ma con una gara giocata in più rispetto a Sesto e ad altre squadre), a +2 dalla Reyer e a +4 da Ragusa: 6 vittorie e una sconfitta in trasferta proprio contro le iblee. Le ragazze di coach Vincent, recentemente qualificatesi anche ai quarti di Eurolega, provengono dallo scontro interno con Broni (anticipo della ventiduesima giornata) di martedì 3 marzo vinto 94-61 (18 punti con 4 assist di Rodriguez Manso e 17 punti con 6 rimbalzi di Keys); l’ultima gara delle ragazze di coach Zanotti risale invece al 16 febbraio quando Sesto si era imposta 69-51 al PalaNat contro la diretta contendente per la quinta posizione Lucca.

 

All’andata a Sesto avevano avuto la meglio le venete 69-64, ma le rossonere, guidate soprattutto da Brooque Williams (17 punti, 3 rimbalzi, 5 assist) e da Sophie Brunner (9 punti con 3/3 da due e 1/1 dall’arco e 10 rimbalzi), nei periodi centrali erano riuscite a imporre con abilità il proprio ritmo e il proprio gioco e a salire anche a +13, rimanendo in vantaggio fino a 3’ dalla fine: per le scudettate allora le migliori erano state le straniere Gruda (19 e 9 rimbalzi), DeShields (17) e Harmon (13 e 8 rimbalzi), costrette agli straordinari e a rimanere sul parquet per una considerevole quantità di minuti. Ora, dopo 19 gare, l’Allianz sta mettendo assieme 72.9 punti (48% da due, 29% dai 6.75, 72% dalla lunetta), 35.9 rimbalzi (terza in serie A1 nella categoria dopo la prima Reyer e la seconda Schio) e 15.3 assist; Schio, che di partite ne ha disputate 20, sta segnando 75.3 punti (51% da due, 33% da tre, 78% ai liberi), raccogliendo 37.1 rimbalzi e distribuendo 17.6 assist.

 

Al termine del girone di andata il protrarsi dei tempi di recupero dall’infortunio accusato alla schiena dalla statunitense Diamond DeShields hanno costretto la Famila a trovare un prezioso innesto nel reparto esterne: a Schio è allora arrivata la guardia della nazionale spagnola (oro a Euro 2017, argento alle Olimpiadi 2016 e ai Mondiali 2014) Leonor Rodriguez Manso: la forte tiratrice classe ’91, che in carriera ha giocato in Spagna, Polonia e Turchia, in 7 partite in Italia ha raggiunto la media di 17.4 punti, 3.7 rimbalzi e 3.3 assist. Coach Vincent potrà poi contare sulla pivot fuoriclasse francese Sandrine Gruda (ferma per qualche partita ma rientrata in quella con Broni), a segno con 13 punti e 5.9 rimbalzi, sull’ala neozelandese dal passaporto britannico veterana del nostro campionato Jillian Harmon, 10.6 punti, 6.3 rimbalzi e 2.3 assist, e sulla solida lunga di origine slovena Eva Lisec, quest’anno autrice di una media di 10.2 punti, 5.9 rimbalzi e 2.3 assist. Le sestesi dovranno provare a contenere anche il gruppo di forti azzurre composto da Jasmine Keys (7 con 5.2 rimbalzi), Sabrina Cinili (7.3), Olbis Futo Andrè (7.4 e 4.8 rimbalzi) e Francesca Dotto (7, con 3 rimbalzi e 3.4 assist).

 

GIULIA ARTURI – “Sono stati giorni strani per tutti, senza certezze sulle partite e sugli allenamenti. Ma da quando abbiamo ripreso c’è stata grande applicazione, abbiamo lavorato bene e adesso non vediamo l’ora di tornare a giocare venerdì, finalmente. La partita è di quelle davvero difficili, è chiaro: ma come abbiamo sempre fatto quest’anno scenderemo in campo per provare a giocarcela”.

 

COACH ZANOTTI – “Non sarà una partita facile. All’andata in casa nostra abbiamo giocato bene fino agli ultimi minuti: da loro sarà molto difficile. In questo momento Schio è forse un po’ più concentrata e in ritmo di noi dati i più recenti e serrati impegni di campionato e di Eurolega. Il nostro obbiettivo è andare lì per fare la migliore gara possibile. Le ragazze hanno voglia di tornare a giocare e di uscire dal periodo di stop di queste settimane con una buona prestazione. Dobbiamo disputare una gara vera anche in preparazione ai successivi scontri, molto importanti per noi. Il collettivo della Famila è ben costruito e grazie a questo sono anche riusciti a ottenere il miglior piazzamento in Europa degli ultimi anni: tutte le giocatrici sono pericolose ma forse su tutte si stagliano Gruda, giocatrice capace di fare ciò che serve per vincere, e Harmon, che nella gara di andata ci aveva creato qualche problema”.

 

“Non sarà facile ripartire dal punto in cui eravamo prima dello stop, ma le ragazze hanno voglia di impegnarsi – dichiara Nazareno Lombardi, assistente di coach Zanotti sulla panchina sestese –. Schio è una squadra ultra-completa: Rodriguez è un’ottima attaccante e dispone di una grande visione di gioco; Gruda è una giocatrice fantastica e capace di ferire anche dalla media; Lisec è una lunga di sostanza; Harmon può ricoprire diversi ruoli e mettere a disposizione della squadra fisico ed esperienza. A queste (una delle quali dovrà rimanere fuori) si aggiunge un gruppo di italiane di assoluto livello. Dovremo cercare di fare una partita di qualità e all’insegna del ritmo”.

 

Fabiano Scarani – Ufficio stampa ALLIANZ GEAS

Leave a Reply

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Cliccando su Accetto acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi