Allianz Geas, a Lucca la spuntano le padrone di casa nel finale (67-65)

Partita intensa ed equilibrata fino alla fine. Zanotti: “Buon primo tempo, calate nel secondo soprattutto per mancanza di gioco di squadra. Testa alla prossima”. Il campionato si fermerà per un weekend per lasciare spazio agli impegni della nazionale.

 

LUCCA, 9 novembre 2019

Nella trasferta di Lucca l’Allianz Geas cade sul filo di lana, mancando l’ultimo tiro della vittoria dopo una gara molto equilibrata e caratterizzata da diversi mini-parziali. Incontro incerto fino alla fine, con entrambe le squadre che, in momenti differenti, riescono a staccarsi dalle avversarie senza però allungare definitivamente. Lucca supera così Sesto e sale in quinta posizione con 8 punti lasciando le ragazze di coach Zanotti in sesta (a 6 punti, come Vigarano, Broni ed Empoli). Nota di rilievo della sesta giornata: Ragusa vince comodamente (83-60) il big match con Venezia e rimane così in pole position in solitaria e da imbattuta con 12 punti.

 

Il Geas parte ingranando la marcia giusta con un 4-0 di Verona e Oroszova, ma le padrone di casa recuperano in fretta grazie alle buone iniziative di Jeffery. È ancora l’Allianz a trovare la spinta per il +3 con i punti di Oroszova, Brunner e Williams e con gli assist di una ispirata Panzera, ma, di nuovo, Lucca non permette alle ospiti di staccarsi. Sesto torna ancora a +3 con l’1/2 di Brooque Williams ai liberi, ma le toscane, con un 6-0 di soli tentativi a gioco fermo di Zempare e Orsili, riescono a convertire lo svantaggio in vantaggio. In chiusura di primo quarto un jumper dal gomito dell’area di Williams accorcia la distanza a 1 punto. Nella seconda frazione la guardia americana Williams si carica Sesto sulle spalle: il Geas prima produce un 5-0 in 40’’ (con tripla di Williams) e poi si ripete con un altro 5-0 personale dell’esterna di Pittsburgh che raggiunge quota 8 punti segnati in soli 2’25’’ nel periodo (+6 Allianz). Il vantaggio viene incrementato a 8 punti con il tiro in sospensione di Crudo (7-0 Geas in 1’40’’); le lombarde non si fermano e, dopo aver incassato la tripla di Jakubcova, rispondono sempre dai 6.75 con Arturi e Oroszova (massimo +11 rossonero). Lucca però si riprende e macina in 1’10’’ un contro-parziale di 6-0 tornando a -5: le sestesi buttano l’occasione di riallungare sbagliando 3 tiri liberi su 5 tentati nel giro di 1’20’’. Lo svantaggio di Lucca sul finire del primo tempo viene ritoccato a -3 con altri 2 punti della lunga slovacca Jakubcova.

 

Nella ripresa i ritmi di gioco di entrambe le squadre si riconfermano altissimi: la partita procede in totale equilibrio (con sorpassi e contro-sorpassi di 1 solo punto) per più di 5’, prima che Lucca riesca con alcune buone occasioni di Orsili, Smorto e Zempare a scavare un 7-0 in 2’ (+6 per il Basket Le Mura). Le rossonere rispondono immediatamente con una tripla di Verona e una penetrazione di Crudo (5-0 in 1’30’’ e -1). Nella prima metà della frazione finale Lucca trova con continuità la via del canestro con buoni movimenti offensivi e una quantità limitata di errori, mentre l’attacco del Geas vive frangenti di confusione sbagliando un eccessivo numero di tiri e non trovando punti per 6’40’’: con un 6-0 le padrone di casa salgono a +7. Il primo canestro del quarto dell’Allianz arriva dalle mani di Ercoli, che è seguita poco dopo da Verona, con un piazzato dall’angolo, e da Panzera, con un semi-gancio ad alto coefficiente di difficoltà (6-0 Sesto in 1’30’’ e -1). Madera con una tripla riporta le sue a 4 lunghezze di vantaggio ma Oroszova non sbaglia in penetrazione, Pastrello fa 0/2 dalla lunetta e Verona, con 30’’ sul cronometro, ruba palla a centrocampo e riesce a servire Panzera che in contropiede impatta il risultato. Nell’altra metà campo Jeffery subisce fallo e fa 2/2 ai liberi: nell’ultima azione dell’Allianz, con 7’’ da giocare, Oroszova sbaglia il jumper dalla distanza, Panzera strappa il lungo rimbalzo offensivo, ma il suo difficile tiro al volo sulla sirena è corto.

 

Il Geas tira con un buon 48% da due, ma commette molti errori dalla distanza (22%) e a gioco fermo (60%). Quasi specularmente, Lucca tira da due col 34%, ma è più precisa sia dall’arco (42%) che dalla lunetta (83%). Scontro equilibrato anche sotto le plance, con le padrone di casa che vincono di poco la gara a rimbalzo, con 35 contro 31. Entrambe le squadre, ma più Lucca che l’Allianz, commettono troppi errori nella gestione di palla, soprattutto nei momenti più caldi e intensi della partita: le ragazze di coach Iurlaro perdono 23 palloni recuperandone solamente 2, mentre Sesto ne perde 13 e ne ruba 3. Le uniche due lucchesi in doppia cifra di punti sono Jeffery (17, con 2/3 da tre e 5/5 ai liberi, 6 rimbalzi, 3 assist e 22 di valutazione) e Jakubcova (14, con 3/4 da due, 2/2 da tre, 2/2 ai liberi, e 10 rimbalzi); buona prestazione anche della regista Bonasia, che chiude con 9 punti, 4 rimbalzi e 7 assist (ma 7 palle perse). Tra le rossonere, la top scorer è Brooque Williams, che però non riesce a segnare per tutto il secondo tempo: la guardia finisce a 15 punti, 2 rimbalzi e 2 assist. Segnano 11 punti sia Verona sia Oroszova, che aggiungono rispettivamente 2 rimbalzi, 1 assist, 1 recuperata, 0 palle perse e 8 rimbalzi, 2 assist e 15 di valutazione. Iniziative positive arrivano anche da parte di Crudo (8 punti, 5 rimbalzi e 2 assist), Panzera (7 punti, 5 rimbalzi, 2 assist, ma ancora limitata dai falli: 3 poco dopo la metà della seconda frazione) e Brunner (6 punti, 7 rimbalzi e 2 assist).

 

A questo link il tabellino completo della partita.

 

Ecco i risultati degli altri incontri della sesta giornata di campionato: Vigarano – Palermo 88-75; Broni – Torino 78-73; Schio – Battipaglia 63-47; Bologna – Costa Masnaga 67-73; Empoli – San Martino 52-83; Ragusa – Venezia 83-60.

 

La prossima settimana sarà dedicata interamente agli impegni di qualificazione agli europei delle nazionali: la serie A1 tornerà tra due weekend. Allora, l’Allianz Geas affronterà la trasferta di Costa Masnaga, sabato 23 novembre alle ore 21.

 

COACH ZANOTTI – “Abbiamo disputato un buon primo tempo, commettendo qualche errore difensivo ma giocando con ritmo in attacco. Nel secondo tempo ci siamo arenate nella metà campo offensiva muovendo poco la palla e cercando soprattutto iniziative individuali. La mancanza di gioco di squadra ci ha un po’ penalizzato e abbiamo segnato sicuramente poco. Era una partita che avremmo potuto vincere, persa alla fine per soli 2 punti: il risultato ci sta. Testa alla prossima gara: da dopo questo piccolo break a causa della pausa nazionali si ricomincia a lavorare”.

 

Fabiano Scarani – Ufficio stampa ALLIANZ GEAS

Leave a Reply

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Cliccando su Accetto acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi