Allianz Geas, niente da fare con Ragusa in semifinale di Supercoppa

Le rossonere non riescono a ingranare in attacco, mentre le ragusane dimostrano di possedere efficacissimi mezzi. Zanotti: “Arrivate alla gara senza la giusta tensione. Testa alla prossima di campionato”.

 

SCHIO, 12 ottobre 2019

Nella semifinale di Supercoppa italiana, l’Allianz Geas cade contro la Virtus Eirene Ragusa e si ferma così al terzo posto della competizione assieme a chi uscirà sconfitta nello scontro tra Schio e Venezia. Sesto, con una Brooque Williams limitata da problemi fisici (caviglia) e in una serata sfortunatissima al tiro (0/8 complessivo dal campo), può poco contro il super-team siciliano, che vince lo scontro 65-38. Le ragazze di coach Zanotti non riescono a ingranare e a giocare con fluidità nella metà campo offensiva, mentre dall’altra parte mostrano energia difensiva solo per pochi tratti, prima dell’allungo definitivo delle iblee (comunque sempre in vantaggio) arrivato negli ultimi due quarti.

 

Ragusa approccia la gara con un 6-0 prodotto in 1’10’’ da Walker, Romeo e Hamby: il Geas accorcia con una tripla di Oroszova, con Verona e con Brunner fino al minimo svantaggio di 1 punto (8-7 per le ragazze di coach Recupido), prima del nuovo mini-break di fine primo quarto firmato da Walker e Consolini (11-7). Entrambe le squadre tengono l’intensità alta: il Geas nelle ultime battute della prima frazione crea buone occasioni, ma i tanti errori non permettono alle rossonere di ridurre lo svantaggio. Nel secondo periodo Ragusa inizia ancora forte con un 7-0 in 1’40’’; l’Allianz nei minuti seguenti argina la fuga biancoverde, ma le ragazze di coach Recupido, forzato il blocco, continuano nella progressione (in questi frangenti è ottima in particolare Walker) toccando il +14 con la ex rossonera Kacerik (8 punti alla fine dell’incontro) e terminando la prima metà di gara sul +12.

 

Nella ripresa, le siciliane riescono a incrementare ulteriormente il vantaggio con una grande fisicità e buone realizzazioni da diverse zone del campo: Walker dirige la carica ragusana, che, grazie anche ad un suo personale 7-0 in 1’40’’, passa prima per il +18 per finire sul +22. L’attacco di Sesto riesce a fiatare con Panzera, Oroszova e la positiva Crudo arrivando fino al -15 con due piccoli parziali di 4-0 e 5-0, prima che Romeo segni la tripla di fine quarto che vale il +18. Nell’ultima frazione le ragazze di coach Recupido archiviano la pratica ben prima della fine del tempo concesso grazie ad un’incredibile efficienza e alla versatilità offensiva, incrementando il divario fino al massimo +27 finale.

 

Pochissime note positive per l’attacco di Sesto, che tira con il 28% da due e con il 22% dall’arco (Ragusa 53% e 28%) e perde un eccessivo numero di palloni (22), non riuscendo questa volta a compensare con quelli recuperati (solo 7). Le siciliane dominano sia a rimbalzo (42 contro 34) sia per quanto riguarda gli assist (19 a 11). Tra le rossonere finiscono in doppia cifra di punti Sara Crudo (14 punti con 4/7 da due e 2/3 da tre, 2 rimbalzi e 3 assist), capace di segnare da più posizioni anche canestri ad alto tasso di difficoltà, e Sabina Oroszova (10 punti con 2/4 da tre e 2 rimbalzi). Per Ragusa, prestazione di alto livello per la lunga Ashley Walker (21 punti, 6 rimbalzi, 4 recuperate, 24 di valutazione), per Ify Ibekwe (11 punti, 6 rimbalzi, 2 stoppate, 4 steals) e per Nicole Romeo (13 punti con 3/6 dalla distanza e 4 assist). Rientra bene alla prima gara ufficiale dell’anno con le siciliane anche la lunga americana Dearica Hamby, che dimostra di disporre di una fantastica forma fisica.

 

A questo link il tabellino completo della partita.

 

COACH ZANOTTI – “Ragusa è una squadra molto più forte e fisica di noi: inoltre, questa sera abbiamo anche disputato una brutta partita. Siamo arrivate all’impegno senza la giusta tensione. Da alcuni elementi di questo incontro dovremo prendere spunto per organizzare un buon lavoro. Ora testa alla prossima gara di campionato”.

 

Ragusa sfiderà chi avrà la meglio tra Schio e Venezia nella finale di Supercoppa di domani (ore 19.30), mentre l’Allianz Geas rientrerà in campo domenica 20 ottobre per il primo impegno casalingo con San Martino di Lupari (ore 18).

 

Fabiano Scarani – Ufficio stampa ALLIANZ GEAS

Leave a Reply

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Cliccando su Accetto acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi