Allianz Geas, domenica (ore 18) al PalaNat arriva l’imbattuta capolista Venezia

Zanotti: “Giocare con sfrontatezza senza darci per vinte: dobbiamo provare a dare il meglio”.

SESTO SAN GIOVANNI, 14 dicembre 2018

Nella decima giornata di campionato, l’Allianz Geas ospiterà la capolista ancora imbattuta Reyer Venezia, domenica alle ore 18 al PalaNat. Le ultime due uscite di Sesto hanno dato risultati contro i pronostici: prima la bella vittoria casalinga contro Napoli (75-70), poi la sconfitta in trasferta contro Battipaglia (76-70), che ha guadagnato la seconda vittoria della stagione. Le rossonere occupano ora l’ottava posizione in classifica con 8 punti. Coi rientri di Beatrice Barberis e di Kalis Loyd, il roster a disposizione di coach Zanotti è ora al completo.

L’Allianz Geas sta segnando in media 68,9 punti, tirando col 45% da due, 31% da tre e 66% ai liberi (ultima, con Broni e Lucca), e sta mettendo a referto 31,7 rimbalzi e 16,6 assist. Venezia dispone della migliore difesa della serie A1 con 533 punti subìti e del secondo miglior attacco con 679 punti realizzati (dietro a Schio, con 696). Le ragazze di coach Andrea Liberalotto segnano 75,4 punti a partita (48% da due, 32% da tre, 82% ai liberi), seconde solo a Schio (con 77,3), raccolgono 39,6 rimbalzi (seconde dietro a Napoli) e distribuiscono 19,7 assist (seconde dietro a Schio).

Dopo un inizio sottotono, nelle ultime sei gare Brooque Williams ha trovato la giusta dimensione in squadra e ha preso le redini dell’attacco rossonero mettendo a referto 19,5 punti di media: in stagione sta facendo registrare 15,4 punti (41% da due, 43% da tre, 72% dalla lunetta), 5 rimbalzi e 2,2 assist.

Nell’ultimo turno, Venezia ha battuto San Martino di Lupari 62-58, dopo essere rimasta in svantaggio per 34’. L’esperta guardia americana ex Schio Jolene Nancy Anderson sta correndo a 12,1 punti (47% da due, 50% da tre, 67% a gioco fermo), 5,9 rimbalzi, 3,2 assist e 15,6 di valutazione; l’ala lettone di 190 cm classe ’90 Anete Steinberga sta macinando 16,9 punti (45% da due, 25% da tre, 87% ai liberi), 8,4 rimbalzi (di cui 2 offensivi), 2,4 assist e 17,2 di valutazione; la pivot tedesca di 196 cm nata nel 1994 Marie Isabelle Gulich 12,8 punti (57% dal campo, 68% dalla lunetta), 7,7 rimbalzi (di cui 3,4 in attacco) e 1,3 assist. Le tre straniere sono ben supportate da un gruppo di italiane di assoluta qualità ed esperienza (anche in nazionale): la play Debora Carangelo (6,9 punti, 3,5 rimbalzi, 2,8 assist), l’ala Valeria De Pretto (7,8 punti, 3,5 rimbalzi, 3 assist), la pivot Martina Bestagno (9 punti e 5,7 rimbalzi), l’altra regista ed ex Ragusa Maddalena Gaia Gorini (5,3 punti, 2,2 rimbalzi, 4 assist), l’esterna ex Sesto (cresciuta nel vivaio rossonero prima delle esperienze in A2 e in A1 nella stagione 2015-16) Martina Kacerik (3,4 punti, 1,1 rimbalzi e 1,4 assist) e l’ala Sara Crudo (3,7 punti, 2,4 rimbalzi e 2,7 assist). Completano il roster le due giovani nate nel 2000 Sara Madera e Alice Gregori.

COACH ZANOTTI – “Venezia ha tante giocatrici, tutte di qualità altissima. Sicuramente dobbiamo riscattarci dalla sconfitta di Battipaglia, anche se questa non è una tra le migliori partite per riuscire a farlo. Non dovremo considerare nulla come già perso: bisogna scendere in campo per dare il meglio. Dovremo giocare con sfrontatezza, senza particolare carico di ansie e anche con un po’ di serenità, derivata dal fatto di affrontare una squadra con un roster tra i più completi e competitivi della Lega”.

BROOQUE WILLIAMS – “È sempre eccitante giocare contro le squadre più forti. La partita di questa domenica sarà davvero tosta, ma siamo pronte a combattere. Penso che questo scontro sia per noi una grande opportunità per mettere noi stesse alla prova. Abbiamo già ottenuto alcune belle vittorie in campionato: speriamo di riuscire a guadagnarne un’altra”.

“Sarà una partita complicatissima – dichiara Nazareno Lombardi, assistente di coach Zanotti sulla panchina sestese –: la Reyer è imbattuta, molto completa e fisica. Ha a disposizione un mix di italiane e straniere di livello assoluto. Anderson ha dimostrato negli anni passati di avere grande qualità: non è una giocatrice che deve necessariamente fare punti, ma quando li fa sa essere determinante. Steinberga è una giocatrice formidabile, molto intensa, con cattiveria agonistica e difficilmente contenibile: sta disputando una stagione super. Gulich è una 5 assai imponente che sa anche ben passare la palla quando trova la via a canestro chiusa: inoltre le compagne sanno coinvolgerla molto bene. Tra le italiane, la coppia di playmaker Carangelo-Gorini assicura velocità, alti ritmi e talento: dovremo assolutamente cercare di limitarle. Venezia ha la possibilità di alternare quintetti diversi, alzandoli e abbassandoli a piacimento, sfruttando anche la versatilità di giocatrici come De Pretto e Kacerik. Dovremo essere molto coraggiosi per provare a dare tutto quel che abbiamo”.

Fabiano Scarani – Ufficio stampa ALLIANZ GEAS

Leave a Reply

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Cliccando su Accetto acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi