Finali nazionali Under 16 Elite: un discontinuo Geas vince contro Brindisi. Domani c’è Forlì, per il primo posto nel girone

COSTA MASNAGA, 3 giugno 2018

Nella seconda giornata della fase a gironi delle finali nazionali Under 16 Elite, il Geas supera Brindisi, ma soffre per 20’ e non convince. Le rossonere scendono in campo sotto tono, permettendo alle avversarie di passare subito in vantaggio. Le geassine trovano difficoltà nell’attaccare la zona avversaria, molto chiusa in area, e si affidano ad occasioni da fuori. Nella metà campo difensiva, le ragazze di coach Lo Storto commettono troppe disattenzioni e non adottano un atteggiamento grintoso. Nel secondo periodo, l’andamento dello scontro non cambia. Nella ripresa, il Geas si sveglia per 5’ e riesce a produrre il parziale che vale il sorpasso. Nell’ultima frazione, le sestesi alternano black-out a momenti di alta concentrazione.

 

Geas – Brindisi 74-51 (12-19; 15-11; 27-12; 20-9). Geas: Ronchi 18, Rapetti, Panzera, Bellini 5, Pellegrini 23, Nespoli 7, Merisio, Calvi 6, Samarati, Matteucci 2, Capra 9, Lamperti 4. All.: Lo Storto.

 

Domani alle 14, le rossonere sfideranno Forlì, oggi vincente contro Latina, nella gara che vale il primo posto nel girone. La giornata di martedì sarà dedicata agli ottavi di finale: la prima del girone A si incrocerà con la quarta del girone B (e viceversa), mentre la seconda del girone A affronterà la terza del girone B (e viceversa).

 

Ecco il commento di coach Lo Storto: “Oggi abbiamo mostrato un basso livello di pallacanestro. Nei primi due periodi, non siamo mai usciti dallo stallo mentale in cui ci siamo trovati: nella terza frazione, la lampadina si è accesa per 5’ e siamo riusciti a fare un importante break; nell’ultimo quarto, abbiamo alternato ancora momenti di buio a momenti di coscienza. Le avversarie hanno adottato una zona molto compatta nel pitturato: ci siamo presi buone occasioni di tiro da fuori, con percentuali nella norma. I problemi sono emersi dalla nostra scarsa prestazione difensiva: poca applicazione e troppe distrazioni. Dobbiamo assolutamente migliorare il nostro atteggiamento difensivo: è necessario capire che da lì parte tutto, anche la fluidità dei giochi in attacco. Domani incontreremo Forlì, squadra molto competitiva: proveremo a superare le carenze di oggi per guadagnarci il primo posto nel girone”.

 

Fabiano Scarani

Leave a Reply

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Cliccando su Accetto acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi