AL PALANAT PASSA CREMA: È ANCORA IL FINALE A BEFFARE IL GEAS

Dopo una partita in altalena, la spuntano le ospiti con una tripla a 10’’ dal termine. Zanotti: “Sapevamo sarebbe stato difficile senza Barberis: ora riassettare la squadra e guardare avanti”.

 

SESTO SAN GIOVANNI, 17 marzo 2018

La terza sconfitta stagionale del Geas arriva in casa contro Crema, neo-vincitrice della coppa Italia, nell’ottava giornata del girone di ritorno, alla prima uscita senza Bea Barberis, che riceve un saluto e un incoraggiamento dalle compagne: tutte fanno il riscaldamento con la maglia numero 15 di Bea, che dovrà operarsi per la ricostruzione del legamento crociato del ginocchio sinistro. La capolista viene agganciata a quota 40 punti da Costa Masnaga, vincente a Carugate. Gara vivace, che non si spegne nemmeno quando il Geas sembra allungare a metà del secondo quarto. Le cremasche si assicurano la vittoria soltanto nei secondi finali, dopo un primo tempo per lo più controllato da Sesto e un secondo in cui Crema gestisce il piccolo vantaggio guadagnato. Primo periodo equilibrato: Sesto va a +5, ma, con un 6-0, Crema rientra, fino al rinnovato +5 delle padrone di casa. Nella seconda frazione, le rossonere allungano fino al massimo +11, ma le ragazze di coach Sguaizer producono un 9-0 e si rifanno sotto, riuscendo poi a chiudere sopra di 3. Crema rimane in vantaggio per tutto il terzo quarto – fondamentale la spallata da 8-0 in 2’20’’ –, toccando il +8 dopo 4’30’’ e chiudendo a +1. Le ospiti riguadagnano il +6, ma le geassine si risvegliano e riescono nel sorpasso con 3’55’’ da giocare, con una tripla di Galbiati. Crema ben gestisce gli ultimi possessi; non basta il canestro del -1 di Arturi a 32’’ dalla fine: con 10’’ sul cronometro, Caccialanza infila la tripla che vale la partita.

 

Pessima serata al tiro per il Geas, che chiude col 28% da due e il 54% nei liberi, vero tallone d’Achille stagionale. A rimbalzo è Sesto a prevalere: 39 totali e 11 offensivi – nonostante la pesante assenza di una rimbalzista d’attacco come Barberis –, ma le seconde occasioni ottenute non trovano concretizzazione. Crema segna sia dal pitturato, soprattutto grazie ad una efficace Nori, sia dal perimetro (bene Caccialanza e Capoferri). Il Geas tira bene da fuori (bene il 10/22 dall’arco): le cremasche risultano più efficienti da sotto e anche dalla media (15/30 da due). La difesa rossonera fatica sulle incursioni in mezzo all’area e sui giochi spalle a canestro delle lunghe di Sguaizer, e, nei minuti finali, viene punita anche dalla distanza.

 

Esercita un’eccellente gestione delle sue capitan Giulia Arturi, vero ossigenatore della squadra nei momenti di crisi e ottima nel contenimento delle play avversarie: 18 punti (5/9 da tre), 7 rimbalzi, 2 assist e 15 di valutazione. Benino Virginia Galbiati – ristoratrici anche alcune sue triple –, con 13 punti, 6 rimbalzi, 5 assist, 3 rubate e 16 di valutazione. Doppia doppia per Elisa Ercoli: 11 punti, 13 rimbalzi (6 in attacco) e 19 di valutazione. Francesca Gambarini chiude con 8 punti, 4 assist e 3 rimbalzi. Sabato prossimo, al PalaNat, il Geas affronterà Vicenza, sesta in classifica a 28 punti, ma con una gara in meno (ospiterà Udine domenica alle 18). Le migliori per Crema: Nori (13 punti e 6 rimbalzi), Caccialanza (12 punti, 3 rimbalzi, 2 assist), Benic (11 punti, 7 rimbalzi, 3 recuperate e 16 di valutazione), Capoferri (10 punti e 2 assist), Rizzi (6 punti, 6 rimbalzi, 4 assist). Crema riguadagna il quinto posto, con 30 punti e nella prossima giornata affronterà il Cus Cagliari.

 

A questo link il tabellino completo della partita.

 

Qui si può rivedere la gara.

 

COACH ZANOTTI – “Sapevamo che sarebbe stata una partita dall’alto tasso di difficoltà: Crema è una squadra forte, vincitrice della coppa Italia e che nella gara d’andata ci ha dato parecchio filo da torcere, portandoci al secondo supplementare. Per quanto riguarda la classifica, ripartiamo a pari punti: è come se la stagione ricominciasse dall’inizio. Questa sera non abbiamo demeritato: avremmo potuto essere più lucide in alcune situazioni offensive, soprattutto nel finale. Non mi piace mai parlare delle assenze individuali nel momento in cui si entra in campo, ma sicuramente per noi l’infortunio di Barberis è un brutto colpo: è difficilmente sostituibile ed la nostra giocatrice più dinamica: è capace di inventarsi un canestro, di prendere rimbalzi, di recuperare palloni: dobbiamo trovare energie per riuscire in questi aspetti con altre nostre giocatrici. Senza di lei, dobbiamo pensare al riassetto della squadra: non abbiamo tempo di meditare troppo su questa sconfitta perché è necessario pensare da subito al prossimo impegno. Vicenza è una squadra ben attrezzata: il fiore all’occhiello è di sicuro Brcaninovic, attorniata da un buon gruppo di italiane”.

 

COACH SGUAIZER – “Ci siamo presentate per questo match con una situazione mentale complicata: dopo la coppa Italia, siamo andate incontro a due sconfitte consecutive, una più pesante dell’altra. Questa sera, quel che cercavamo – oltre al risultato, che alla fine è stato positivo – era una risposta sul campo, sia dal punto di vista della tenuta sia da quello dell’atteggiamento. Negli scontri punto a punto sono i dettagli a fare la differenza: la gara si è chiusa con una bomba negli ultimissimi istanti. Il Geas è una squadra che non molla mai, anche nei momenti di crisi: questa sera l’hanno dimostrato, mettendoci in difficoltà fino alla fine. Colgo l’occasione per girare i complimenti anche alle mie: vincere qui non è per nulla facile, al di là dell’assenza, comunque pesantissima, di Barberis”.

 

CRONACA – Benic si iscrive alla gara con una tripla; Ercoli è abile a battere l’avversaria sul fondo e a concludere in rovesciato. Arturi fa centro da tre, imitata dopo 1’10’’ da Galbiati. Panzera ruba palla e vola in contropiede: vede Arturi libera dall’arco e la serve: +5 Geas. Crema produce un 6-0 con Nori, Caccialanza e Parmesani, ma il pick and roll tra capitan Arturi ed “Ellison” va in porto. Gambarini sfrutta un blocco di Ercoli e si sposta in palleggio in angolo, si arresta e infila il jumper. A 2’50’’ dalla sirena, Ercoli fa 2/2 ai liberi, ma Capoferri segna da tre e riporta sul 17-17. Ecco un 5-0 rossonero: Arturi fa 1/2 dalla lunetta; Galbiati anticipa un passaggio e innesca il contropiede, vede Zagni che taglia e la premia; Ercoli appoggia al vetro di mancino quando mancano 10’’.

 

Gamba infiamma il pubblico chiudendo una rocambolesca azione con una tripla allo scadere dei 24’’; nell’azione successiva è ancora lei a pescare Galbiati dai 6,75, la quale firma il +11. In 2’55’’, le ragazze di coach Sguaizer uniscono gli sforzi in un 9-0: Nori, Rizzi e Togliani ricuciono lo scarto e tornano a -2. Panzera mostra tutto il suo talento inventandosi 2 punti in semigancio mancino in penetrazione, ma 5 punti di fila di Benic e 2 di Nori fanno tornare le cremasche negli spogliatoi sopra di 3.

 

Nori appoggia da sotto canestro; Arturi è precisa da tre; 20’’ dopo, Virginia ritrova la parità con una penetrazione in mezzo all’area, conclusa con un sottomano di sinistro. Benic subisce fallo su tiro dall’arco e fa 3/3 a gioco fermo; Capoferri trova il bersaglio da 3; Nori è molto agile nel gioco spalle a canestro sfruttando il piede perno: è un nuovo 8-0 di Crema, che guadagna il massimo +8. A metà del quarto, capitan Arturi dà un scossa alle sue con una tripla; la giovane Panzera segue il suo esempio 40’’ dopo. Caccialanza segna 3; Gambarini realizza il tiro in sospensione dal gomito dell’area. Giulia trova il bersaglio dalla distanza, su assist di Gamba: 48-48; Caccialanza fa 1/2 ai liberi.

 

Rizzi segna da tre; Nori appoggia da centro area (+6 Crema). Il Geas raccoglie le forze e macina un 7-0 in 3’10’’: Gambarini fa 1/2, “Ellison” chiude il gioco da tre punti dopo il pick and roll con Arturi, Galbiati trova il sorpasso con una bomba (assistenza di Gambarini). Mancano 3’25’’: Caccialanza segna due volte; Arturi appoggia alla tabella di destro per il -1, ma ancora Caccialanza scaglia la palla dall’angolo e fa centro, portando Crema al definitivo +4.

 

Fabiano Scarani – Ufficio stampa GEAS

Leave a Reply

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Cliccando su Accetto acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi