GEAS, TORNA IL SORRISO: A MARGHERA +28

Contro le ostiche venete, Sesto brilla per ordine e concretezza. Zanotti: “Ora non dobbiamo fermarci: questa è la rotta da mantenere”.

 

MARGHERA, 28 febbraio 2018

Solida prova del Geas nel recupero infrasettimanale della quarta giornata di ritorno, in casa della Giants Bk Marghera. Dopo le due brutte prove contro Castelnuovo e Bologna, Sesto torna a mostrare una pallacanestro inquadrata e convincente. Primo quarto punto a punto, con le rossonere che concedono troppo in fase difensiva sul perimetro e chiudono in svantaggio di una lunghezza. Ma dalla seconda frazione la musica cambia: un 29-8 indicativo di un cambio d’atteggiamento difensivo e di gestione della gara: niente più tiri aperti concessi, quasi nessuna palla persa, pur affrontando un gruppo che fa dell’efficienza difensiva l’arma più tagliente. Si passa dal +10 a metà periodo al +19 dell’intervallo, ottenuto con una spallata da 11-2 negli ultimi 4’. Nel terzo tempino, le sestesi rimangono in controllo: dal +22 dopo 2’ di gioco, al +15 di 8’ dopo (bene Granzotto per le veneziane, con due triple a segno in 50’’). Negli ultimi 10’, il Geas continua a mantenere il vantaggio, e nei 4’ finali Marghera molla il colpo: Sesto vola fino al +28.

 

Chiave dello scontro, la gestione ordinata di ogni possesso: poche sbavature, poche forzature, nonostante l’utilizzo da parte di Marghera di una difesa molto allungata e dinamica, che predilige tenere alta l’aggressività a metà campo piuttosto che chiudere le retrovie. Il Geas trova il modo di ferire da diverse posizioni: dal pitturato (molte anche le occasioni da rimbalzi offensivi), dalla media, dall’arco. Ottime percentuali al tiro per le geassine, col 59% da due e il 42% da tre. In precedenza, Marghera in casa aveva perso col massimo scarto di 12 punti, nella gara d’andata contro Castelnuovo. Sesto mantiene freddezza lungo tutta la partita, riuscendo a ben coordinare anche la difesa (soprattutto dal secondo periodo). Mattatrice della serata Virginia Galbiati, con 21 punti (5/8 da tre e 3/4 da due), 5 assist, 4 palle recuperate, +30 di plus/minus e 28 di valutazione. Per la guardia, nessuna scelta forzata e, in più, qualche giocata difensiva, soprattutto in anticipo sui passaggi orizzontali delle venete. Una tra le migliori prove della stagione per Francesca Gambarini, con 11 punti (4/5 da due, 1/1 da tre), 5 rimbalzi, 2 stoppate, nessuna palla persa e 15 di valutazione. Bene Elisa Ercoli: 15 punti, 5 rimbalzi (tutti in attacco) e 17 di valutazione. Per Giulia Arturi, 10 punti e 4 assist; 6 punti e 4 rimbalzi e 2 assist per Veronica Schieppati; 6 punti (3/3 da due) per Ilaria Panzera.

 

Le migliori tra le ragazze di coach Seletti: Granzotto (17 punti, con 5/9 dall’arco, e 3 palle rubate) e Pieropan, con 14 punti, 3 rimbalzi e 2 assist. Marghera rimane in ottava posizione, con 20 punti, al pari di Udine.

 

Il Geas riconferma il controllo della classifica, a due punti dalla seconda Costa, e con il secondo miglior attacco e la seconda difesa (ma Vicenza, virtualmente prima, con 18 punti concessi in meno, ha una gara in meno). Prossimo impegno: la trasferta sarda sul campo del Cus Cagliari, sabato alle 16.

 

A questo link il tabellino completo della partita (inaffidabile su molti dati, a partire dai punti delle rossonere).

 

COACH ZANOTTI – “Questa sera abbiamo giocato una buona partita, ancor più se si tiene conto della tensione accumulata nelle precedenti due sconfitte. Posso sentirmi in parte rincuorata dal livello di gioco visto stasera, del tutto differente da quello mostrato contro Castelnuovo e Bologna: ma è necessario non adagiarci e accontentarci di questo risultato. Continueremo a lavorare col massimo impegno per tentare di rimboccare la via verso i nostri obiettivi. Ho ricevuto buone risposte e sensazioni da parte di tutte le ragazze: questa è la rotta che dovremo mantenere”.

 

CRONACA – Ercoli si iscrive alla partita con un facile appoggio. Risponde Granzotto con una tripla, imitata 40’’ dopo da Pieropan. Ercoli agguanta un rimbalzo offensivo ed infila il canestro in tap-in; Arturi trova il bersaglio dall’arco; Gambarini segna un tiro in sospensione. Barberis serve “Ellison” per il tiro dal centro dell’area (parziale 7-0 e +5). Ma ecco uno speculare 7-0 di Marghera: Pieropan e Granzotto da tre, Llorente 1/2 a gioco fermo. Schieppati segna un piazzato, ma Toffolo porta a termine un gioco da tre punti. Arturi fa centro dalla media, come anche Ercoli a 20’’ dalla prima sirena.

 

Panzera realizza 4 punti nel giro di 25’’; Zagni strappa il rimbalzo nell’area avversaria e appoggia al vetro. Panzera premia Galbiati, libera dall’arco. Con 4’35’’ sul cronometro, Bea è abile a mettere il jumper, mentre subisce fallo. Ercoli prende il rimbalzo offensivo e lo converte da sotto; Gamba non sbaglia dal gomito dell’area. In 40’’, Galbiati segna 2 dalla media e 3 dall’arco: pesca poi Ercoli per il +14. Ancora Virginia, ancora da tre: sempre lei poi, con un tiro in sospensione, sigla il +17. “Ellison” chiude il primo tempo con un altro tap-in.

 

Galbiati centra il canestro dal perimetro, su assist di Schieppati. Llorente, Pieropan e Granzotto producono un 7-0, interrotto dalla tripla di Arturi, su passaggio di Gambarini. Con 3’35’’ da giocare, Pieropan fa 2/2 ai liberi, la segue Ercoli, con 1/2. Granzotto sigla due triple che valgono il -11, ma Arturi vede Schieppati libera in angolo, la quale poi non sbaglia. Panzera segna da due e nell’azione successiva passa a Gamba, per il ritrovato +17. A 10’’ dalla sirena, Pastrello trova 2 in sospensione.

 

È ancora Gambarini a segnare in jumper. Barberis ottiene, sgomitando, un rimbalzo offensivo: nell’azione che segue, ruba un pallone, poi convertito da Schieppati. “Virgi” è di nuovo chirurgica dall’arco. Con 4’ da giocare, Zagni strappa il rimbalzo in attacco in mezzo alle avversarie e subisce il fallo (4 falli subiti per Cecilia): 1/2 (+19). Da qui in avanti, le venete non riescono più a segnare: 9-0 Sesto, fino al risultato finale: Galbiati concretizza il tiro in sospensione, Gamba trova il cesto dai 6,75 su assist di Zagni, Pusca si iscrive alla partita e Galbiati chiude coi punti numero 20 e 21 una superba serata.

 

Fabiano Scarani – Ufficio stampa GEAS

Leave a Reply

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Cliccando su Accetto acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi