GEAS FACILE SU MARGHERA, MA ERCOLI E GALBIATI SONO K.O.

Rossonere a punteggio pieno dopo 4 partite. Zanotti: “Giusta determinazione in attacco”. Problemi al polpaccio per le due infortunate.

SESTO SAN GIOVANNI, 21 ottobre 2017

Il Geas paga molto caro la facile e convincente vittoria su Marghera (63-34): nell”avvicinamento perde infatti il centro Ercoli – out un mese circa – e durante la partita Virginia Galbiati, che sarà valutata nei prossimi giorni. Per entrambe un problema muscolare al polpaccio. Il doppio infortunio ha naturalmente smorzato la gioia per il quarto successo delle sestesi, che mantengono la leadership del girone. In assenza di Ercoli, ci pensa capitan Arturi a caricarsi sulle spalle la squadra: per lei 16 punti (in 20” di impiego) con un incredibile 5/7 da tre, 15 punti nel solo secondo quarto e diversi assist a tutto campo in contropiede, una delle specialità della casa. Sedici punti anche per l’Mvp in carica del girone Virginia Galbiati, prima di uscire per l”infortunio a 6’20’’ dal termine. Bene anche la giovanissima Panzera (10 punti con 5/7 da due e tantissima personalità, terza partita su quattro conclusa in doppia cifra), la “guerriera” Barberis (9 punti e 11 rimbalzi, di cui 6 offensivi) e la specialista dei rimbalzi Schieppati (8 per lei stasera). Belle iniziative anche per Gambarini. Sul versante offensivo, come sempre tanti contropiedi e buona circolazione di palla (16 assist di squadra). Buona prova anche in difesa, con 9 palle recuperate (4 della sola Galbiati) e avversarie tenute ad un magro bottino.

Per le venete di coach Paolo Seletti, top scorer è l’oriunda argentina Florencia Llorente con 11 punti.

Partita combattuta solo nella prima frazione (14-13), dopo la quale le rossonere prendono il largo (parziale 25-6 del secondo tempino), chiudendo la partita ad inizio quarto quarto con un +30 di vantaggio.

A questo link il tabellino completo della partita:  STATISTICHE INCONTRO

COACH ZANOTTI – “Stasera abbiamo messo la giusta grinta in attacco e fatto muovere fluidamente la palla. Dal secondo quarto abbiamo imboccato il canale giusto che ci ha fatto chiudere anticipatamente la gara. L’assenza di Ercoli per noi è pesante, non tanto per la sua insostituibilità, quanto per la riuscita dei nostri giochi, che si basano molto su di lei. Le ragazze però hanno reagito bene e hanno fatto una buona gara contro una squadra da non sottovalutare. La prestazione di Arturi è stata super: per noi lei è importantissima e nel momento del bisogno sappiamo di trovarla sempre pronta. Per quanto riguarda Galbiati, aspettiamo il responso medico, ma di certo la nostra situazione infortuni non è per nulla piacevole”.

COACH SELETTI – “Non era di sicuro questa la partita che avremmo dovuto vincere, ma il risultato fa ugualmente male. Se giochiamo in attacco giungendo rapidamente al tiro, rischiamo di concedere alle avversarie tanti contropiedi. È quello che è successo stasera: loro sono bravissime in questo e dal break del secondo quarto hanno praticamente chiuso la partita. Nell’ultimo quarto ho così potuto schierare tutte le giovani: il nostro obiettivo di quest’anno è farle crescere”.

CRONACA – Per i due minuti iniziali solo errori da entrambe le parti, fino a quando Schieppati segna i primi punti. Per il Geas, fondamentale Galbiati con 8 punti su 14 di squadra e Barberis, che lotta su ogni pallone e porta a casa quattro rimbalzi offensivi nel giro di 2’. Sulla sirena le rossonere conducono per una sola lunghezza.

Il secondo parziale è il capolavoro delle ragazze di coach Zanotti. Salde in fase difensiva, riescono a concretizzare tanto in attacco. Sorprendente Panzera (di cui è bene ogni tanto ricordare l”età: 15 anni) che nel giro di due azioni mostra di saper segnare con cattiveria agonistica in penetrazione e con un cioccolatino di pura tecnica in mezzo all’area (fra tre avversarie, finta di tiro, spin sul piede perno e canestro in avvitamento dal centro). La scena successiva è tutta per una ispiratissima Arturi, che segna una tripla su un bellissimo assist di Barberis e da lì non si ferma più. Le sue mani sono ustionanti: per lei solo retina da diversi punti dell’arco, per chiudere con un 5/7 che vale la vittoria. Parziale di questa partita nella partita, cioè Arturi vs Marghera: 15-0. La spallata del Geas è risolutiva: all’intervallo il tabellone segna un vantaggio di +20.

Nel secondo tempo Galbiati riconferma quanto di buono già mostrato prima: semi-gancio mancino in mezzo al traffico, sfondamento subìto, lancio da quarterback a tutto campo per i due punti facili di Barberis. Quest’ultima aggiunge una prova intensissima (6 dei suoi 9 punti totali, 2 palle recuperate, 2 rimbalzi in attacco) che permette di finire il quarto sul 53-29.

Panzera continua le eccellenti iniziative della prima metà di gara: segna prima sulla sirena dei 24’’ e poi, l’azione successiva, in uno contro uno. A 7’ dal termine con un +30 Geas la partita perde di senso. Ma è proprio quello il momento dell”incidente a Galbiati, che manda tutti a casa dispiaciuti.

Fabiano Scarani – Ufficio stampa GEAS

Leave a Reply

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Cliccando su Accetto acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi